Home Economia NASCE ACOMEA ITALIAN GEMS: IL PIR ALTERNATIVO APERTO CHE PUNTA SULLE SMALL...

NASCE ACOMEA ITALIAN GEMS: IL PIR ALTERNATIVO APERTO CHE PUNTA SULLE SMALL E MICRO CAP ITALIANE QUOTATE CON MARKET CAP <100 MILIONI DI EURO

Alberto Foà AcomeA SGR
Alberto Foà AcomeA SGR
Pubblicità
Condividi

·         Target di investimento del fondo: circa 200 PMI quotate con market cap <100 milioni di euro, una nicchia di mercato non coperta dagli investitori istituzionali, che contiene molte realtà sottovalutate e un forte potenziale di upside

·         AcomeA Italian Gems è un Fondo di Investimento Alternativo aperto non riservato, che, grazie a una liquidità trimestrale, riesce a cogliere le opportunità presenti sui segmenti a minor capitalizzazione di Borsa Italiana, per convogliare il risparmio privato verso realtà di eccellenza

Pubblicità

·         Soglia minima di investimento per gli investitori retail pari a 100 euro, che permette ampia accessibilità rispetto ai PIR Alternativi esistenti

Milano, 28 novembre 2022 – Le small e micro cap quotate su Borsa Italiana rappresentano un segmento di mercato dal grande potenziale ancora inesplorato. Sono circa 200 le PMI quotate con capitalizzazione inferiore ai 100 milioni di euro: il livello contenuto di scambi rende questa nicchia poco liquida e inefficiente, poco coperta dagli investitori istituzionali e dai broker, con molte realtà sottovalutate e un forte potenziale di upside. Per convogliare il risparmio privato verso le “gemme” italiane, AcomeA SGR, Società di Gestione del Risparmio specializzata in fondi comuni d’investimento e gestioni patrimoniali, annuncia la nascita del fondo AcomeA Italian Gems, il PIR Alternativo aperto dedicato ai segmenti a minor capitalizzazione di Borsa Italiana.

AcomeA Italian Gems è un Fondo di Investimento Alternativo (FIA) aperto non riservato, che, grazie ad una liquidità trimestrale e ad un team di gestione con un importante track record, punta a selezionare, con approccio attivo, le migliori realtà aziendali in target con multipli vantaggiosi, sfruttando così le inefficienze del mercato delle small e micro cap quotate. Per un investitore retail la soglia minima di ingresso è di 100 euro e questo lo rende uno strumento molto più accessibile rispetto ai PIR alternativi presenti sul mercato (presentati come fondi chiusi e riservati nella totalità dei casi).

In un segmento caratterizzato da limitata copertura della ricerca e da scambi contenuti, l’attività di stock picking fa la differenza: la selezione delle aziende viene effettuata attraverso criteri qualitativi e quantitativi in ottica value, su un orizzonte di investimento di 3/5 anni. Attraverso competenze trasversali, sia finanziarie sia industriali, il team dedicato di AcomeA SGR instaura poi un dialogo continuativo con la singola azienda inserita in portafoglio, con un approccio da azionista “attivo”.

Alberto Foà, Presidente di AcomeA SGR, ha commentato: “Le PMI italiane stanno attraversando una fase di sviluppo dal potenziale senza precedenti, alla luce dei fondi stanziati a livello europeo e degli investimenti previsti dal PNRR. In particolare, il segmento delle small e micro cap quotate rappresenta una vera e propria «miniera» del Made in Italy, trascurata dagli investitori istituzionali per via degli scambi contenuti, dove trovare realtà fortemente sottovalutate e con immenso valore inespresso. Con Italian Gems comincia un nuovo capitolo del percorso di gestione attiva che ormai da anni rappresenta il cuore dell’esperienza di AcomeA sul mercato azionario italiano”.


Edoardo Loewenthal, Senior Advisor del fondo AcomeA Italian Gems, ha aggiunto: “Il listino azionario di Milano presenta, nella fascia delle capitalizzazioni inferiori ai 100 milioni di euro, una grande quantità di aziende di qualità e con ottime prospettive. I principali investitori istituzionali sono però assenti da questa fascia di mercato, proprio per il tema della bassa liquidità. Questo nuovo Fondo, grazie anche al Nav trimestrale, permette ai risparmiatori di approfittare delle inefficienze che caratterizzano il segmento, beneficiando in più dei vantaggi fiscali offerti dal PIR”.

“Tra le small e micro cap quotate vi sono realtà di grande valore a multipli vantaggiosi: la nostra missione come investitori di lungo termine vuole essere quella di individuarle attraverso uno stock picking accurato e aiutarle a esprimere il proprio potenziale latente, affiancando il management nello sviluppo sostenibile del modello di business” – ha concluso Antonio Amendola, gestore del fondo AcomeA Italian Gems.

Un team di gestione con track record consolidato

AcomeA SGR negli ultimi due anni ha investito 40 milioni di euro in PMI quotate su Borsa Italiana. Dal 2021 ha partecipato a 50 IPO e condotto iniziative di engagement collaborativo con ben 17 società. L’attenzione alle small cap quotate sul mercato italiano è il fulcro della strategia AcomeA PMItalia ESG, un fondo PIR tradizionale nato nel 2011 (+ 62,41% da inception), che si differenzia da AcomeA ItalianGems in quanto caratterizzato da una liquidità giornaliera, da cui consegue un’esposizione più contenuta a emittenti a minor capitalizzazione. I risultati e l’esperienza del team maturata negli anni sono un ingrediente indispensabile per ampliare la gamma verso la nuova strategia proposta.

Antonio Amendola, CFA – Fund Manager azionario Italia e gestore del fondo AcomeA Italian Gems

Antonio Amendola è anche gestore del fondo AcomeA PMItalia ESG. Si è laureato in Scienze Economiche e Bancarie presso l’Università degli Studi di Siena e specializzato con lode in Economics, Finance and International Integration presso l’Università di Pavia. Ha iniziato l’attività lavorativa come portfolio manager presso la divisione di Asset Management di Intermonte SIM, con focus sul mercato azionario italiano ed europeo. Dal 2019 collabora con l’Università di Pavia come assistente per il corso di Portfolio Management. Dal 2022, Antonio è chartered financial analyst ed è stato inserito nella lista Forbes Under30 per la Finanza.

Edoardo Loewenthal – Senior Advisor del fondo AcomeA Italian Gems

Dal 1987 al 1996, Edoardo Loewenthal è stato analista finanziario, poi responsabile della gestione ed infine Direttore Generale di Sogersel (ora Ersel SGR), società di gestione di fondi comuni e successivamente Direttore Centrale Finanza del gruppo Banca Lombarda S.p.A. (poi confluita in Ubi Banca). Nel 2000 fonda Onlinesim, divenuta rapidamente il principale player in Italia nella distribuzione online di fondi comuni e Sicav, ceduta poi nel 2004. Successivamente viene nominato amministratore delegato di Compagnie Monegasque de Banque. Nel 2009, rileva la quota di maggioranza di 6sicuro S.p.A. primo comparatore online di Rc auto in Italia dove rimane fino alla cessione, avvenuta nel febbraio 2020. Dal 2021 è investitore, amministratore e advisor di numerose società.

In qualità di PIR Alternativo, AcomeA Italian Gems si prefigge l’obiettivo di veicolare il risparmio privato a supporto dello specifico target di PMI italiane individuato, accordando allo stesso tempo ai sottoscrittori le esenzioni fiscali su plusvalenze e imposta di successione, a condizione che l’investimento sia detenuto per almeno cinque anni. Di seguito le principali caratteristiche tecniche del fondo:

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!