Home Economia Inflazione in Italia: crollo recente, ma danni gravi nel biennio passato

Inflazione in Italia: crollo recente, ma danni gravi nel biennio passato

Unimpresa sottolinea che il calo recente dell'inflazione non cancella gli effetti devastanti del 13,8% di aumento tra il 2022 e il 2023.

Giuseppe Spadafora, Vicepresidente Unimpresa
Giuseppe Spadafora, Vicepresidente Unimpresa
Pubblicità
Condividi

‘ultima rilevazione di aprile sull’inflazione, che mostra un tasso annuo sceso allo 0,9% e al 2,4% per il carrello della spesa, non deve generare ottimismo eccessivo. Il vicepresidente di Unimpresa, Giuseppe Spadafora (in foto), ha evidenziato come, nonostante il rallentamento recente, il periodo a cavallo tra il 2022 e il 2023 abbia registrato un incremento drastico dei prezzi al consumo, con un balzo del 13,8%. Tale impennata, definita da Spadafora “clamorosa e raggiunta a una velocità record”, ha causato notevoli difficoltà sia per i consumatori sia per le imprese.

Nonostante l’attuale inflazione in Italia sia sotto il target del 2% stabilito dalla Banca centrale europea, la media nella zona euro si attesta al 2,4%, ancora sopra il livello desiderato. Questa situazione potrebbe influenzare le decisioni della BCE riguardo una possibile riduzione dei tassi d’interesse, attualmente al 4,5%. In particolare, Spadafora ha sottolineato come la politica monetaria restrittiva degli Stati Uniti e le recenti dichiarazioni della Federal Reserve possano indurre l’Eurotower a posticipare ulteriori tagli ai tassi.

Pubblicità

Il contesto globale, quindi, rimane complesso e la BCE è chiamata a prendere decisioni cruciali in merito alla sua politica monetaria, valutando se mantenere un allineamento con la Federal Reserve o intraprendere un percorso autonomo. Quest’ultima opzione, per molti, rappresenterebbe una sorta di rottura rispetto alla prassi, ma è vista da altri come una necessità data la diversità delle condizioni economiche tra Europa e Stati Uniti.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!