Categorie
Economia

L’economia generata dalle aziende partecipate nella regione Lazio

Eurispes
Eurispes

Che cosa sono le aziende partecipate? A che cosa servono? Quanto costano? In quale modo vengono gestite? Queste sono alcune delle domande sulle quali si è concentrata la ricerca “Le aziende partecipate nella Regione Lazio”, voluta dall’Associazione ex Consiglieri Regionali del Lazio e realizzata dall’Eurispes. La conferenza di presentazione dello studio si svolgerà giovedì 17 aprile alle 10.30 al Tempio di Adriano a Roma in piazza di Pietra. Discuteranno dei risultati emersi: il Presidente dell’Associazione ex Consiglieri Regionali del Lazio, Enzo Bernardi, il Presidente di Acea, Giancarlo Cremonesi, il Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara e il Presidente del Consiglio regionale del Lazio, Daniele Leodori. A moderare l’incontro Alberto Baldazzi, giornalista.

Per l’economia complessiva del lavoro, ma anche per una più concreta valutazione dei dati, la ricerca ha riguardato esclusivamente le “aziende partecipate” dalla Regione Lazio, dalle cinque Province e dai Comuni con popolazione superiore ai 10.000 abitanti con un’analisi che ha dunque riguardato 76 Comuni. In totale si sono individuate all’incirca 237 società partecipate direttamente o indirettamente dalle Amministrazioni regionali, provinciali e territoriali del Lazio.

Dall’analisi svolta, il sistema delle partecipate evidenzia un volume d’affari, nella Regione Lazio, di 3,2 miliardi di euro, pari a circa il 2% del Pil regionale (il cui valore equivale a 169.3 miliardi di euro, dati Istat 2011). Si tratta di società che si concentrano soprattutto nei settori dello sviluppo e della promozione territoriale (35), dei multiservizi (25) e della gestione e trattamento rifiuti (12). Seguono, per numero, le aziende operanti nel settore idrico (9), nel comparto farmaceutico (8), in quello legato alle infrastrutture e alla logistica (6) e alla mobilità (6). Le principali società partecipate dall’Amministrazione della Regione Lazio operano nei settori bancario-assicurativo, nel campo dello sviluppo territoriale e nel comparto dei trasporti pubblici regionali, per un volume d’affari approssimativo di euro 355.661.465.

La ricerca entra anche nel dettaglio delle economie delle singole Amministrazioni territoriali: la sola Provincia di Roma registra un volume d’affari approssimativo di euro 681.653.353. Fra le sue aziende partecipate con i più importanti risultati in termini economici troviamo AdR (servizi aeroportuali), CO.TRA.L. S.p.A. (trasporto pubblico regionale) e Investimenti S.p.A. (sviluppo territoriale e promozione).

Per quanto riguarda invece Roma Capitale, il dato approssimativo è di euro 1.955.822.359. Le società partecipate da Roma Capitale con i maggiori volumi d’affari sono ACEA (comparto energetico), AMA (gestione e trattamento dei rifiuti e servizi ambientali), ATAC (trasporto pubblico locale) e S.A.R.-Servizi Azionista Roma (settore economico-finanziario). I Comuni della Provincia di Roma analizzati, invece, si attestano intorno ai 46.854.812 euro.
La Provincia di Latina e relativi Comuni analizzati muovono un’economia di circa 86.747.810 euro. L’azienda partecipata più importante per volume d’affari in quest’area è Acqualatina S.p.A. (servizi idrici), con 85.525.760 euro. Si contano, poi, 4 società impegnate nel settore dei multiservizi e 3 nel settore dello sviluppo territoriale.
Il volume d’affari della Provincia di Viterbo, invece, si attesta intorno ai 70.878.147 euro; 5 società sono impegnate nel comparto dello sviluppo e della promozione territoriale, 4 nei multiservizi e 3 nel settore energetico e idrico.
Le società partecipate dalla Provincia di Frosinone e dai suoi rispettivi Comuni fanno registrare un volume d’affari di circa 23.652.115 euro. Sono ben 9 le società impegnate nel settore dello sviluppo territoriale e 5 quelle impiegate nei multiservizi.
La Provincia di Rieti, infine, con le sue Amministrazioni comunali, ha un valore approssimativo pari a 11.545.421 euro; 4 società operano nel campo dello sviluppo territoriale, 2 nel settore dei multiservizi, mentre solo 1 società opera nei servizi idrici.
«Da anni – sottolinea il Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara – il sistema delle società partecipate necessita di una legge uniforme e omogenea, capace di rispondere alle finalità dell’interesse generale. Nel complesso, il sistema delle società partecipate andrebbe riformato in termini più restrittivi e nella direzione di una maggiore trasparenza anche in considerazione del fatto che la normativa sull’Amministrazione Trasparente continua a essere non totalmente rispettata, soprattutto in merito alla nomina degli amministratori, alla selezione delle figure apicali, alla loro remunerazione e al ricorso allo strumento della gara pubblica per l’affidamento dei servizi. Le società partecipate, insomma – conclude Fara – verrebbero considerate dalla pubblica opinione, a torto o a ragione, come un vero e proprio braccio operativo della politica locale».
«L’Associazione ex Consiglieri Regionali del Lazio – spiega il Presidente Enzo Bernardi – è una associazione a carattere volontario ed è composta da persone che, nella stragrande maggioranza, hanno dedicato anni importanti della loro vita all’istituzione Regione, con impegno e passione. È per questo motivo che essa ha una ambizione precisa: quella di collaborare con la Regione mettendo a disposizione quel bagaglio di esperienze e professionalità acquisito in tanti anni. Con questo spirito, già lo scorso anno, l’Associazione promosse, ancor prima delle elezioni regionali, uno studio dal titolo: “Agenda Lazio 2013 – Uno scenario per il futuro dell’economia laziale”. Con lo stesso spirito, quest’anno, essa mette a disposizione di Regione ed Enti locali del Lazio un elaborato più puntuale, più specifico, ma anche per questo, più direttamente impegnativo».

EURISPES

Avatar

Di Mena

Appassionata di informazione collabora gratuitamente con Italia-news e crede nella sua missione di offrire una libera informazione non legata a vincoli politici o di partito o di lobbies economiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.