Categorie
Esteri

Ebola, paura in Gran Bretagna: Hammond convoca riunione d’emergenza, sospesi voli

Virus Ebola
Virus Ebola

Il virus Ebola fa paura in Gran Bretagna. Dopo la preoccupante diffusione della notizia, poi smentita dalle analisi, di un possibile contagio di un uomo ricoverato preso l’ospedale di Birmingham dopo il suo arrivo in Inghilterra dalla Nigeria via Parigi, il ministro degli esteri britannico, Philip Hammond ha dichiarato che l’epidemia di Ebola in Africa Occidentale rappresenta una minaccia per il Regno Unito, convocando una riunione d’emergenza per oggi con i ministri del governo, funzionari e consulenti.

Alcune compagnie aeree, tra cui la Pan-African, hanno sospeso tutti i voli da e verso le capitali della Liberia e della Sierra Leone visto il peggioramento della crisi sanitaria dovuta all’espandersi dell’epidemia.

L’Ebola uccide 9 infettati su 10, i pazienti hanno maggiori possibilità di sopravvivenza solo se ricevono un trattamento precoce. Il periodo di incubazione del virus Ebola varia da due a 21 giorni. I sintomi iniziali includono febbre, debolezza, mal di gola e mal di testa, in seguito iniziano a verificarsi vomito, diarrea e problemi al fegato. In alcuni pazienti sono possibili emorragie interne ed esterne. Finora in Liberia, Sierra Leone e Guinea l’epidemia di ebola ha fatto quasi 700 vittime.

Il ministro Hammond ha fatto sapere che al momento non risultano casi segnalati di contagio nel Regno Unito ma è importante esaminare il problema per prendere le opportune precauzioni affinché l’epidemia non raggiunga il Paese.

Avatar

Di Mena

Appassionata di informazione collabora gratuitamente con Italia-news e crede nella sua missione di offrire una libera informazione non legata a vincoli politici o di partito o di lobbies economiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.