Home Spettacolo Musica Musica. Pambianchi – La nostra intervista “Fiume”…

Musica. Pambianchi – La nostra intervista “Fiume”…

Pambianchi
Pubblicità
Condividi

Pambianchi, nome d’arte di Gregorio Pambianchi (Ferrara, 19 Settembre 1996) è un cantautore indipendente. Dopo svariati anni passati a registrare e pubblicare cover sui suoi canali social, nel 2021 inizia a scrivere e comporre brani inediti.

Il 17 Giugno 2022 pubblica il suo primo singolo “Sorgente” in apertura a un progetto mirato alla rivisitazione della musica dance anni ’90. L’obiettivo dell’artista è far riscoprire il genere associandolo a testi dalle tematiche importanti, al fine di portare un’alternativa all’interno del mercato musicale italiano odierno.

Pubblicità

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Pambianchi per conoscere meglio il suo nuovo singolo “Fiume”.

Ecco la nostra intervista!

Com’è iniziato il tuo percorso?

Da piccolo vedevo i videoclip dei miei artisti preferiti su MTV, sentivo la loro musica alla radio e non potevo fare a meno di ballare e cantare. Ho voluto approfondire entrambi gli ambiti e ho iniziato a frequentare lezioni private di canto. Da lì è partito tutto.

Come potremmo definire il tuo genere?

Il genere principale è la dance. In particolare, rivisito quella degli anni ’90 inglobando elementi pop, eurodance, trance e influenze etniche. Con i testi, in italiano, cerco però di creare una dance più riflessiva e consapevole del solito, tendente al cantautorato.

Che messaggio vorresti lanciare con la tua musica?

La mia musica è un invito ad andare oltre le apparenze. Celebra la diversità, la fragilità, le emozioni e la libertà di esprimersi indipendentemente da ciò che ci circonda.

Da poco è uscito il tuo nuovo singolo. Ti va di presentarlo ai nostri lettori?

Ho scritto Fiume per parlare di un periodo buio della mia vita, a seguito di una relazione finita. Ero rassegnato e mi chiedevo se la mia storia sarebbe potuta andare diversamente. Perdersi in tanti dubbi è stato come annegare in un metaforico fiume di dolore. Partendo da questa situazione è nata una riflessione incentrata sulla paura di essere dimenticati e di dimenticare sé stessi, sullo scorrere del tempo e sull’importanza del ricordo.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Nei prossimi mesi usciranno nuovi singoli che andranno a completare il progetto attualmente in corso. È un progetto estremamente mutevole e fluido, perciò non so ancora di preciso quale sarà la sua forma definitiva, ma sicuramente i brani verranno raccolti in un EP.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!