I bambini del Meyer rendono omaggio a Rodari: in Ludobiblio un laboratorio per i piccolissimi

Condividi

A cento anni dalla nascita di Gianni Rodari, il Meyer rende omaggio a uno dei più grandi scrittori italiani per l’infanzia. Grazie a un progetto coordinato dalla Ludobiblio dell’ospedale pediatrico fiorentino, le parole dell’autore sono arrivate anche ai piccolissimi, con un percorso pensato appositamente per loro.

A essere coinvolti, infatti, sono stati i bambini sotto i tre anni, accompagnati dalla mamma o dal papà. In queste settimane, gli educatori della Ludobiblio hanno letto ad alta voce alcune delle filastrocche più suggestive del poeta, nella convinzione che non è mai troppo presto per abituarsi al piacere di sfogliare o ascoltare un buon libro.

Per rendere più coinvolgente l’incontro con lo scrittore di Omegna, gli educatori hanno trasformato le poesie in altrettanti libri, tutti illustrati: ogni volumetto, rilegato a mano, si è così rivelato un palcoscenico minimo pronto a mettere in scena la sua storia. “Nell’anno rodariano per eccellenza – spiega Manuela Trinci, della Direzione scientifica della Ludobiblio del Meyer – abbiamo voluto dare vita a un piccolo progetto, che consentisse di valutare la piacevolezza e l’utilità della poetica del maestro anche in ospedale, anche per i piccolissimi ricoverati che proprio nella LudoBiblio ritrovano gli spazi dedicati a qualsiasi infanzia”.


Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti è piaciuto
SEGUICI SU FACEBOOK

 

 
close-link