Home Sport L’Europa delle squadre italiane

L’Europa delle squadre italiane

14938
0
SHARE

Il 2020 sarà l’anno degli Europei di calcio, che verranno inaugurati allo stadio Olimpico di Roma in occasione della prima partita dell’Italia contro la Turchia il 12 giugno 2020. Ma prima di allora, l’Europa che interessa al calcio italiano è quella dei club: a febbraio, infatti, ripartiranno le competizioni Champions League ed Europa League. Le competizioni europee, oltre ad essere motivo di blasone, rappresentano anche una risorsa economica non da poco ed andare avanti nelle manifestazioni, garantisce introiti importanti sia dalle televisioni, sia dai premi UEFA. 

Atalanta, Napoli e Juventus saranno impegnate in Champions League mentre Roma ed Inter (eliminata dalla Champions) saranno protagoniste in Europa League, considerata una “Champions minore” visto il numero di squadre di qualità presenti nella competizione. I sorteggi sono stati abbastanza clementi con i nostri club: l’unica sfida che sembra “impossibile” è quella del Napoli, accoppiato al Barcellona dall’urna di Nyon del 16 dicembre

Previsioni per le italiane

Non c’è che dire, i riflettori saranno puntati tutti sull’Atalanta di Gasperini, squadra che ha già scritto la storia qualificandosi agli ottavi, ora è attesa dal Valencia, sfida che secondo le scommesse Champions League non è così proibitiva per il “Papu” Gomez e compagni, forti dell’entusiasmo di chi sa di aver fatto già un’impresa. Per la Juventus, che affronterà i francesi del Lione, il discorso è diverso: i bianconeri sono fra le compagini più attese della competizione, l’anno scorso fu eliminata a sorpresa dall’Ajax dei “ragazzi terribili”, ma l’obiettivo principale dichiarato dalla squadra di Sarri è arrivare in fondo alla competizione. 

Il Napoli, come già detto, ha l’impegno più difficile, dovendosi scontrare contro il sei volte pallone d’oro Messi (nessuno come lui nella storia del calcio). La squadra affidata a Gattuso a dicembre dopo la parentesi non felicissima con Ancelotti, è in un momento molto delicato della stagione, al cammino incostante in campionato, si aggiungono le “noie” di mercato legate ai rinnovi di calciatori simbolo come Callejón e Mertens che dipendono dalla qualificazione alla prossima Champions League. Al momento, i partenopei sono lontani dal quarto posto e la rosa avrebbe bisogno di qualche ritocco, in particolar modo a centrocampo, dove manca un centrocampista metodista di qualità, più volte richiesto anche dallo stesso Ancelotti. 

Le due squadre italiane messe meglio sembrano le due partecipanti all’Europa League, Roma e Inter sono in un ottimo stato di forma, con un’unica differenza, la squadra di Conte ha la panchina corta ed il tecnico salentino si è fatto sentire più di una volta dalla società, chiedendo rinforzi soprattutto a centrocampo, dove i nerazzurri stanno facendo a meno di Barella e Sensi ormai da troppo tempo. La Roma ha pescato i belgi del Gent, mentre l’Inter si giocherà la qualificazione agli ottavi in Bulgaria, contro il Ludogorets. Due impegni che sembrano alla portata delle due squadre italiane, entrambe con ottime possibilità di arrivare all’ultimo stage della competizione, vinta l’anno scorso da Maurizio Sarri alla guida del Chelsea nella finale tutta inglese contro l’altra squadra di Londra, l’Arsenal. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here