Home Economia Calano i consumi. Più famiglie ai discount

Calano i consumi. Più famiglie ai discount

euro
Pubblicità
Condividi
euro
euro

Crollano i consumi delle famiglie, scesi al minimo dal 2004. La gente non compra più e se ne è accorto bene l’Istat, secondo il quale nel 2013, la spesa media mensile per famiglia e’ pari, in valori correnti, a 2.359 euro: il 2,5% in meno dell’anno precedente.

Dieci anni fa la spesa era di 2.381 euro. Dunque siamo tornati indietro di 10 anni.

Pubblicità

Ma vediamo i dettagli: la spesa alimentare passa da 468 a 461 euro al mese. Nel 2013, sono di più le famiglie che comprano alimenti di minore qualità o minore quantità (dal 62,3% del 2012 al 65%), e più famiglie passano all’hard discount (dal 12,3% al 14,4%). Si compra meno carne (-3,2%) e a spendere meno sono soprattutto gli operai con un reddito piu’ basso e le coppie con figli.

I dati della Banca d’Italia non sono certo migliori di quelli dell’Istat: a maggio i prestiti bancari sono scesi del 3,2% (ad aprile era del 3,1%). I prestiti alle famiglie sono scesi dell’1% sui dodici mesi, come ad aprile; quelli alle societa’ non finanziarie sono diminuiti, sempre su base annua, del 4,7% (-4,4% ad aprile).
In compenso per le banche ci sono meno sofferenze, cioè meno persone che non pagano i debiti il 21,7 per cento contro il 22,3 per cento di aprile.

Infine il rapporto Inps rivela che il 43% dei pensionati italiani, più o meno 6,8 milioni di persone anziane, riceve meno di 1.000 euro lordi e 2,1 milioni di questi (il 13,4%) percepisce meno di 500 euro al mese.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!