Categorie
Salute

Siracusa, al via domani il convegno che mette a confronto giornalisti e pediatri sulla salute del bambino

L’anno scorso fu il teatro, quest’anno a irrompere in un convegno di medici sarà il giornalismo. A siglare l’insolita alleanza sono per la prima volta l’Ordine dei giornalisti italiani, la Società Italiana di pediatria preventiva e sociale e la Società italiana di Pediatria che dal 3 al 5 luglio, a Palazzo Vermexio, in Ortigia, saranno protagonisti delle Nuove giornate pediatriche siracusane. Al centro della discussione l’influenza della notizia sulla crescita piscologica di bambini e ragazzi. «Parleremo di bambini che cominciano a nutrirsi di tv dall’età di un anno – spiega Carlo Gilistro, presidente del congresso -, di come nella primissima infanzia siano carte assorbenti dove il sistema neuronale viene modellato passivamente; discuteremo dell’enorme influenza, spesso negativa, che hanno i media su un soggetto in età evolutiva. Le più importanti società di pediatria e neuropsichiatria si incontreranno per la prima volta con i giornalisti per avviare una ricerca sull’impatto emotivo e psicologico sulla salute dei bambini e dei giovani».

A sottolineare l’importanza e la novità dell’evento, saranno presenti il Presidente dell’Ordine dei gionalisti Enzo Iacopino, il presidente della Società italiana di Pediatria Giovanni Corsello e il presidente della Società di pediatria preventiva e sociale Giuseppe Di Mauro, chiamati a tracciare le linee di una nuova etica in un originale talk show introdotto da Galatea Ranzi, protagonista del film Premio Oscar «La grande bellezza», che interpreterà alcuni brani tratti dai romanzi di Alessandro Baricco Barnum.
Naturalmente ci sarà spazio per parlare di tanti altri argomenti riguardanti l’infanzia: dalle malattie genetiche all’addome acuto, dall’anemia ai problemi remautologici, solo per citarne alcuni.

Ma tutti i tre giorni saranno improntati all’effetto benefico dell’arte in tutte le sue forme come strumento fondamentale per la crescita psicofisica dei ragazzi, un nutrimento indispensabile da affiancare al cibo. «Noi pensiamo che la nutrizione emotiva sia altrettanto importante – aggiunge Gilistro – e l’arte può essere uno degli strumenti per crescere. L’arte e la musica sono nutrimenti altrettanto importanti di quello alimentare per la crescita emotiva armonica ed equilibrata».

Una grande sfida che prenderà forma anche attraverso performance e accompagnamenti musicali. Non è un caso, infatti, che il congresso si tenga durante le Feste Archimedee, la manifestazione artistica che vede protagonista il genio giovanile e che si svolge negli stessi giorni nel cuore di Ortigia, trasformata in un enorme teatro a cielo aperto dove decine e decine di ragazzi si esprimono attraverso le varie discipline artistiche. Le due manifestazioni nascono da uno stesso progetto che mette al centro i giovani e il loro talento giovanile. Un “unicum” che pone un convegno di pediatria e neuropsichiatria infantile come fulcro dell’intera manifestazione.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.