Categorie
Esteri

Ema: forte legame tra il vaccino di AstraZeneca e gli eventi collaterali ma benefici maggiori dei rischi

Emer Cooke: benefici del vaccino maggiori dei rischi

“I benefici” del vaccino AstraZeneca “superano i rischi”. Lo ha dichiarato la direttrice dell’Ema, Emer Cooke in conferenza stampa. Tuttavia si consiglia di “cercare immediatamente assistenza medica se le persone si sviluppano sintomi di coaguli di sangue e piastrine basse” dopo il vaccino.

Per l’Ema, comunque, “non ci sono rischi generalizzati nella somministrazione quindi non saranno raccomandate misure specifiche per ridurre il rischio”. Nessun provvedimento restrittivo sarà preso nei confronti del vaccino di AstraZeneca anche perché non ci sarebbero dati sufficienti per poter identificare gruppi precisi sui quali gli eventi trombotici hanno maggiore probabilità. “Non è stato mostrato un nesso con l’età” tra gli eventi rari di trombosi e AstraZeneca, ha detto la direttrice dell’Ema, Emer Cooke.

Intanto le informazioni” del bugiardino saranno aggiornate e saranno diffusi “avvisi”.

Sabine Straus (EMA): forte legame tra il vaccino di AstraZeneca e gli eventi collaterali

E’ la vera novità della conferenza stampa della EMA, l’autorità europea sui farmaci che per la prima volta ha riconosciuto il legame tra un vaccino, nella specie quello di Astrazeneca, e i rari eventi trombotici che hanno colpito diverse persone in tutta Europa.

Precedentemente l’EMA precisò che non era possibile stabilire tale legame.

“Talvolta il nostro linguaggio appare più complicato di quanto dovrebbe essere. Ciò che abbiamo appreso dalla dettagliata valutazione dei casi è che c’è un forte legame tra il vaccino di AstraZeneca e gli eventi collaterali” rari e per questo motivo c’è una “probabile causalità tra gli eventi e la somministrazione del vaccino” ha dichiarato la presidente del Prac, la commissione di valutazione del rischio dell’Ema, Sabine Straus ad una domanda di chiarimenti sul concetto di “possibili legami”.

Astrazeneca capisca di più sugli effetti del rischio

“Il comitato di sicurezza dell’Ema imporrà ad AstraZeneca robusti studi per capire di più sugli effetti di rischio” del suo vaccino ha dichiarato il responsabile della task force sull’analisi dei dati dell’Ema, Peter Arlet. La casa farmaceutica compagnia anglo-svedese dovrà fare “studi di laboratorio per cercare di comprendere meglio l’effetto dei vaccini sulla coagulazione, esaminare i dati esistenti di studi clinici ravvicinati per valutare si vi siano ulteriori informazioni sui possibili rischi e condurre anche studi epidemiologici”, ha sottolineato Arlett.

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.