Cura dei capelli: come si usa lo scrub?

La chiave per avere capelli belli non sta nelle punte ben tagliate o nelle lunghezze medie ben idratate, ma gli esperti tricologi infatti sostengono che la loro salute dipende molto dal cuoio capelluto. L’eccesso di sebo e le cellule morte ne impediscono infatti l’ossigenazione e non consentono ai follicoli piliferi di respirare. Ciò comporta problemi come lo sfaldamento dei capelli o la loro prematura caduta. Optare per un scrub è quindi la soluzione ideale per scongiurare a monte tali inconvenienti.

Perchè è importante lo scrub per capelli?

Lo scrub è un’operazione necessaria per la cura dei capelli che mantiene la pelle sottostante pulita e sana. Da ciò si evince che a parte la solita pulizia con uno shampoo adatto, la suddetta esfoliazione è la chiave del successo. In generale, anche i capelli sani che non subiscono regolarmente le aggressioni degli agenti atmosferici della colorazione vanno trattati di tanto in tanto con uno scrub per capelli. Il preparato tra l’altro risulta prezioso anche per quelli con problemi di sebo o forfora che a lungo andare possono scatenare problemi vari come la caduta. Anche i capelli molto secchi e spenti che necessitano di riattivare la produzione delle ghiandole sebacee si possono curare efficacemente con uno scrub. Da ciò si evince che il prodotto è molto utile, specie se formulato con sostanze ed eccipienti non tossici per i capelli stessi e per la cute sottostante.

Quando e come eseguire lo scrub sui capelli?

Per pulire a fondo e mantenere sano il cuoio capelluto, lo scrub capelli dovrebbe essere eseguito ogni quindici giorni, fino a una volta al mese o ogni tre mesi. Tutto dipenderà ovviamente dal tipo e dalle esigenze che ogni persona presenta. Tuttavia bisogna però prestare attenzione in quanto un’esfoliazione eccessiva può provocare un effetto rebound stimolando la produzione di sebo nel cuoio capelluto; infatti, se si insiste, c’è il rischio di eliminare lo strato idrolipidico che lo protegge con un conseguente aumento di produzione di grasso da parte delle ghiandole sebacee.

Premesso ciò, anche se l’ideale è che un professionista applichi il trattamento in un centro estetico con la frequenza adeguata al tipo di capelli, lo scrub è possibile farlo in casa utilizzando il prodotto giusto. La sua applicazione può avvenire sia sui capelli asciutti che umidi e con morbidi movimenti circolari dei polpastrelli. Questo massaggio, oltre a rimuovere l’eccesso di sebo e le cellule morte, riattiverà la circolazione sanguigna, favorendo l’ossigenazione del follicolo, cosa che sicuramente risulterà nella salute e nell’aspetto dei capelli. Infine va detto che l’ideale è utilizzare lo scrub per capelli come passaggio precedente allo shampoo, in modo che dopo l’esfoliazione si eliminano i granuli del prodotto e si possono poi asciugare e pettinare come meglio si desidera e con gli abituali dispositivi manuali o elettrici.

Pubblicato
Categorie: Salute

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Don`t copy text!