Home Economia UTURN INVESTMENTS INVESTE NELLA MAGGIORANZA DI 3T PER CONSOLIDARNE LA CRESCITA INTERNAZIONALE

UTURN INVESTMENTS INVESTE NELLA MAGGIORANZA DI 3T PER CONSOLIDARNE LA CRESCITA INTERNAZIONALE

3T biciclette outdoor
3T biciclette outdoor
Pubblicità
Condividi

UN CLUB DEAL “MADE IN ITALY” PER UNO STORICO MARCHIO ITALIANO DELLA BICICLETTA

  • 3T, con un fatturato di €20 milioni e un EBITDA di €5 milioni, è specializzata nella produzione di biciclette gravel e e-gravel di alta gamma
  • UTurn, family office fondato nel 2021 da Gianpiero Peron, Luca Mongodi e Alberto Nicoli, vuole costituire un cluster di aziende italiane ad alto potenziale per farle crescere anche sui mercati internazionali
  • UTurn investe nella storica realtà italiana in continuità con gli imprenditori René Wiertz e Gérard Vroomen, con l’obiettivo di sostenerne il percorso di crescita ed espansione del brand Made in Italy

Verona, 13 dicembre 2022 | UTurn Investments, family office indipendente fondato da Gianpiero Peron, Luca Mongodi e Alberto Nicoli, investe nella maggioranza di 3T, marchio iconico di biciclette, con l’obiettivo di consolidarne la forte crescita. René Wiertz e Gérard Vroomen rimarranno azionisti e manager di 3T accompagnandola in questo percorso, mentre Luca Mongodi di UTurn sarà coinvolto in prima linea nella gestione operativa e strategica dell’azienda.

Pubblicità

3T, fondata nel 1961 per la produzione di componentistica per biciclette (manubri, stem, reggisella, ruote e forcelle), è un’eccellenza italiana nella produzione di biciclette gravel e e-gravel di alta gamma dal marchio iconico, con sedi in Italia, Taiwan e Nord America. Opera oggi su scala globale in un mercato, quello gravel, ad altissimo potenziale. Si prevede che l’azienda chiuda il 2022 con un fatturato di €20 milioni e un EBITDA di €5 milioni. Dal 2019 ha registrato una crescita del 300%, stimata anche per il prossimo futuro.

Un’operazione in controtendenza: se negli ultimi anni i più importanti marchi italiani di biciclette sono stati acquisiti da investitori esteri, UTurn rileva la maggioranza della storica realtà italiana e, in continuità con gli imprenditori René Wiertz e Gérard Vroomen, entrati rispettivamente nel 2007 e nel 2015, si prefigge di renderla un marchio ancora più prestigioso a livello globale.

Questo il primo passo del family office che – dotato di circa €350 milioni di masse e con una chiara visione di lungo periodo, improntata su un modello imprenditoriale e un concetto di finanza sostenibile e generativo – vuole costituire un cluster di aziende italiane ad alto potenziale per farle crescere anche sui mercati internazionali.

Il nuovo percorso di crescita di 3T, in Italia e all’estero, si declinerà attraverso lo sviluppo e il consolidamento della rete commerciale, che già conta di un prestigioso portafoglio clienti, e la creazione di una solida infrastruttura industriale, ampliando la produzione italiana di componenti strategici e innovativi come i distintivi telai in carbonio “RaceMax Italia”, fondamentali per le biciclette gravel di altissima qualità, che 3T già produce a Presezzo, in provincia di Bergamo, da qualche anno.

Negli anni, l’azienda ha conquistato un’importante fetta di mercato nella nicchia a elevato potenziale delle biciclette gravel, perfezionando anche importanti collaborazioni di co-branding con marchi automobilistici come BMW. L’utilizzo di concetti innovativi, come la geometria stradale e l’aerodinamica molto spinta, introdotti dal progettista Gérard Vroomen, cofondatore e designer di Cervélo, e da Renè Wiertz, amministratore delegato della società, ne hanno fatto un prodotto altamente riconoscibile e dal brand distintivo.

Luca Mongodi, cofondatore di UTurn Investments, dichiara: “Questa nostra prima acquisizione risponde pienamente agli obiettivi e alla filosofia con cui abbiamo fondato UTurn Investments. 3T rappresenta ciò che cerchiamo, una società che incarna i valori del saper fare italiano, un’eccellenza del Made in Italy che ha grandi possibilità di esprimere il suo potenziale in tutto il mondo”. Gianpiero Peron, cofondatore di UTurn Investments, aggiunge: “Entriamo in 3T con un capitale paziente, non rincorriamo opportunisticamente ritorni sull’investimento nell’immediato, ma abbiamo l’obiettivo di guidare l’azienda in un solido percorso di crescita in Italia e all’estero”.

René Wiertz, CEO e fondatore di 3T, dichiara: “Siamo entusiasti che, dopo vari contatti con diverse realtà interessate a 3T, un player come UTurn sia entrata nel capitale, perché ci permetterà di continuare il solido percorso di crescita e di mantenere in Italia questo marchio iconico. Con UTurn ci accomuna la stessa visione di 3T e, attraverso i nuovi capitali e il suo supporto manageriale, potremo continuare insieme la forte espansione del business della società. Saremo inoltre in grado di accelerare lo sviluppo dello stabilimento italiano per velocizzare la produzione di tutte le nostre biciclette”. Gérard Vroomen, Head of Design di 3T, conclude: “Gli ultimi sette anni sono stati incredibili per 3T e non vediamo l’ora di continuare i nostri progetti. L’ingresso di UTurn aiuterà davvero 3T ad affermarsi ulteriormente come uno dei marchi più importanti dell’industria ciclistica a livello internazionale”.

Fondato nel 2021, UTurn Investments è un family office con sede a Verona che fa leva sulle importanti expertise dei suoi fondatori e opera nella gestione di asset allocation in mercati pubblici e come promotore di club deal per investimenti – in quote sia di maggioranza che di minoranza – in PMI italiane che poi gestisce direttamente per i propri investitori con una logica imprenditoriale per creare eccellenze italiane con capacità e visione internazionale. Il family office è contraddistinto da un approccio sostenibile, sposato dagli investitori, che non guarda solo al ritorno finanziario immediato ma al benessere dell’azienda e di tutti i suoi stakeholders. UTurn si distingue anche per investimenti diretti realizzati per conto dei propri clienti nel mercato secondario del Venture Capital, tra cui spiccano le partecipazioni nelle aziende italiane Bending Spoons e D-Orbit. Anche in questo ambito è alla ricerca di eccellenze italiane in grado di crescere non solo nel Paese, ma di espandersi anche a livello internazionale generando benessere economico-sociale.

UTurn Investments è stata assistita da Pictet Wealth Management Italia per gli aspetti finanziari e, per la parte legale, dai partner Giulio Pinetti e Andrea Corbelli di BFL Studio Legale. 3T è stata assistita invece da Houlihan Lokey in qualità di advisor finanziario, da Deloitte per la due diligence finanziaria e fiscale e da Olym Advocaten per gli aspetti legali.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!