Categorie
Economia

Superbonus 110%: tutto quello che serve per ottenerlo

Con l’approvazione in via definitiva del Decreto Rilancio, è arrivata la conferma del Superbonus 110% ma sono ancora diversi i dubbi che attanagliano i cittadini in merito a quest’agevolazione. Quel che è certo e che sappiamo bene tutti è che si tratta di un’opportunità davvero molto interessante, perché consente di effettuare lavori di ristrutturazione praticamente a costo zero. In molti sono interessati a tale agevolazione, specialmente nelle grandi città in cui si è assistito ad una drastica diminuzione degli studenti fuori sede. Se consideriamo infatti l’occupazione dei bilocali in affitto Milano è ad esempio una città che si è svuotata, come tante altre. I proprietari dunque approfittano di questo periodo per apportare delle migliorie all’abitazione. 

Quello che però in molti non sanno è che il Superbonus 110% è valido solo su alcuni interventi specifici, ossia quelli che comportano un aumento della classe energetica dell’edificio. Vediamo nel dettaglio come funziona e cosa occorre per ottenere questa agevolazione. 

Superbonus 110%: cos’è e come funziona

Il Superbonus 110% è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che prevede una detrazione pari al 110% sulle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per alcuni interventi effettuati sull’immobile. Precisiamo sin da subito che questo bonus non è esteso a qualsiasi opera di ristrutturazione, per la quale sono previste altre detrazioni, ma può comunque essere sommato ad esse. Un bonus, in sostanza, non esclude l’altro: cambia solo l’aliquota che è possibile portare in detrazione. 

La novità particolarmente interessante del Superbonus 110% è che è prevista la possibilità di richiedere uno sconto anticipato in fattura mediante il meccanismo della cessione del credito. In sostanza dunque, se si trova un’impresa o un professionista disposto a concederlo, è possibile effettuare i lavori a costo zero, senza dover sborsare nemmeno un euro. In alternativa, si anticipa la somma e si usufruisce della detrazione presentando la dichiarazione dei redditi. 

Superbonus 110%: quali sono gli interventi ammessi

Bisogna ricordare che il Superbonus 110% non è applicabile a tutti gli interventi di ristrutturazione edilizia, ma solo a quelli che determinano un aumento di almeno due classi energetiche dell’edificio. Nel dettaglio, gli interventi ammessi sono i seguenti:

  • Interventi di isolamento termico (cappotto esterno e/o isolamento del tetto);
  • Sostituzione degli impianti di riscaldamento o di climatizzazione invernale;
  • Installazione di impianti solari fotovoltaici;
  • Installazione di colonnine per la ricarica delle auto elettriche;
  • Altri interventi di efficentamento energetico;
  • Interventi antisismici. 

Come ottenere il Superbonus 110%

Ricordiamo ancora una volta che per avere diritto al Superbonus 110% è necessario dimostrare che l’edificio è salito di 2 classi energetiche. Se questo non fosse possibile, bisogna raggiungere la classe più alta in assoluto. 

Oltre a ciò, per ottenere il Superbonus 110% bisogna: 

  • Effettuare ogni pagamento mediante bonifico bancario o postale parlante che presenti tutti i dati del beneficiario della detrazione e del soggetto che ha eseguito l’intervento;
  • Richiedere l’attestato di prestazione energetica, in modo da dimostrare che l’edificio è salito di due classi o ha raggiunto quella massima;
  • Trasmettere l’APE ad Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori.
Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.