Categorie
Notizie locali

Sant’Anastasia (Napoli). Festa dell’Incoronazione della Madonna dell’Arco e incendio campanile

Madonna dell'Arco
Madonna dell’Arco

Sant’Anastasia (Napoli), 4 settembre 2014 – Era l’8 settembre 1874, quando l’allora Vescovo di Troia, Mons. Tommaso Passero dell’Ordine dei Predicatori presiedette la solenne cerimonia dell’incoronazione della Madonna dell’Arco in un Santuario illuminato da migliaia e migliaia di lumi. 140 anni di una fede che si rinnova. 140 che rappresentano oltre che un traguardo, un anniversario, soprattutto uno sprone verso nuove mete, nuovi anni che saranno senz’altro caratterizzati da altrettanta devozione.

La serie di eventi religiosi e civili partirà sabato 6 e mercoledì 10 settembre, prima del triduo di preparazione alla Festa della Vergine dell’Arco: per l’occasione, il Santuario si è colorerà di luci emozionanti e profonde, che lasceranno i visitatori entusiasti ed affascinati; si darà il via, infatti, ai Percorsi di Luce, un itinerario per i luoghi più significativi del Santuario e del Chiostro, illuminati con riflessi di luce particolari e suggestivi. Per l’occasione rimarrà aperto, nella giornata di mercoledì 10, anche il Museo degli Ex Voto, con un itinerario serale tanto inedito quanto atteso. Lunedì 8 settembre, il Priore della comunità dei Frati, P. Rosario Carlo Licciardello, inaugurerà, nella sala dell’Antico Refettorio del convento, l’esposizione dei labari e delle bandiere delle Associazioni della Diocesi di Aversa. Con il triduo di preparazione partirà anche il programma religioso della Festa dell’Incoronazione: giovedì 11 settembre alle ore 19, in seguito alla recita del Santo Rosario, S. Ecc. Mons. Angelo Spinillo, Vescovo di Aversa, presiederà la Celebrazione Eucaristica; venerdì 12 settembre, nel giorno della Festa del Santo Nome di Maria, a presiedere la Celebrazione delle ore 19 sarà il Vescovo di Nola, S. Ecc. Mons. Beniamino Depalma ed alle ore 20 avverrà l’accensione delle luminarie, cui seguirà uno spettacolo musicale in Piazza Madonna dell’Arco; sabato 13, ultimo giorno del triduo, sarà la volta di S. Ecc. Mons. Michele De Rosa, Vescovo di Cerreto Sannita-Telese­Sant’Agata de’ Goti, che presiederà la Celebrazione delle 19, mentre alle ore 22, si ripeterà lo spettacolare incendio simulato del Campanile, un rito sempre suggestivo che si rinnova da tantissimi anni; allo scoccare della mezzanotte il suono delle campane annuncerà l’inizio della Festa. Domenica 14 settembre, come detto, sarà il giorno più atteso: la Festa dell’Incoronazione, che quest’anno coincide con la Festa dell’Esaltazione della Santa Croce. Alle 9,00 è attesa la sfilata per le vie cittadine del corpo bandistico “Città di Sant’Anastasia”. La Solenne Celebrazione delle ore 10 sarà presieduta da S. Ecc. Mons. Francesco Cacucci, Vescovo di Bari­Bitonto, cui farà da seguito la tradizionale Supplica alla Madonna dell’Arco. Alle 18 si terrà la Processione dell’Immagine della Vergine dell’Arco per le strade di Sant’Anastasia, che si concluderà con un breve momento di preghiera davanti alla Casa di Riposo, prima di procedere al rientro in Santuario. Alle 22 in Piazza Madonna dell’Arco, musica e momenti di condivisione, con lo spettacolo musicale del gruppo folkloristico “Sottosopra” di Pomigliano d’Arco, mentre a fare da chiusura al programma festivo sarà il suggestivo spettacolo pirotecnico di mezzanotte. Lunedì 15 settembre si concluderà anche il programma religioso della Festa, con la Celebrazione Eucaristica delle 19 presieduta dal Rettore del Santuario, P. Rosario Carlo Licciardello. “Abbiamo un settembre ricco di appuntamenti, tra cui spiccano quelli di M. Arco, religiosi e civili, che convogliano migliaia di fedeli e turisti nel nostro paese – afferma l’assessore Cettina Giliberti. Il contributo morale ed economico dell’Ente per l’incendio simulato del campanile e di altri eventi in programma per i festeggiamenti di M. Arco, rappresenta la volontà politica di sostenere una tradizione che si rinnova da molti anni, attesa dai cittadini anastasiani e di altri paesi della Campania, nonché di favorire un turismo di qualità”.
“Lo sviluppo dell’area pertinente al Santuario della Madonna dell’Arco è un fenomeno indispensabile per la crescita dell’intero territorio anastasiano. Una risorsa da cogliere attraverso una politica di sostegno intelligente al tessuto sociale della zona. L’incendio simulato del campanile, come fatto in questi ultimi anni, è un vero e proprio evento.
L’abbiamo seguito ­ afferma il sindaco Lello Abete ­ nel percorso organizzativo, mettendo a disposizione uomini e mezzi della P.M. e Protezione Civile. E’ mio intento dare maggiore vigore alle potenzialità religiose, culturali e turistiche, accompagnando in questa nuova fase di rigenerazione tutti gli attori sociali interessati.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.