Categorie
Italia

Divieto di spostamenti tra comuni. Nuova ordinanza del Ministero Salute e Interni

“Da oggi è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.”

Con queste parole il Ministero della Salute e dell’Interno informano della nuova ordinanza congiunta che di fatto accoglie le richieste dei governatori del Sud tra cui quella del Presidente della regione Campania Vincenzo De Luca per evitare flussi di persone verso il sud per effetto della chiusura delle attività produttive.

I Ministeri precisano che la nuova ordinanza rimarrà efficace fino all’entrata in vigore di un nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri, di cui all’articolo 3 del decreto legge numero 6/2020.

L’Art.1 dell’ordinanza recita: “Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

Il Ministro della Salute, Speranza, nel commentare l’ordinanza ha dichiarato:

“Sono giorni cruciali. Bisogna ridurre al minimo gli spostamenti. Chi da domani non andrà più al lavoro è essenziale che resti a casa e aiuti così tutti quelli che devono continuare a lavorare. È fondamentale che ciascuno faccia la propria parte”.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Una risposta su “Divieto di spostamenti tra comuni. Nuova ordinanza del Ministero Salute e Interni”

Geniale. In Alto Adige 100.000 persone moriranno di fame o mangeranno sempre la stessa roba. Ci sono comuni interi senza negozi, frazioni e case isolate che per andare al negozio più vicino devono andare in un altro comune. E molti paesi sono senza macellaio (di pescivendolo nemanco se ne parla)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.