Categorie
Esteri

Argentina, morte procuratore Alberto Nisman. Kirchner: c’è un complotto

Alberto NIsman
Alberto NIsman

All’indomani della morte misteriosa del procuratore argentino Alberto Nisman, ritrovato ieri nella sua abitazione a Buenos Aires con una pistola e un bossolo al fianco del suo corpo, il presidente argentino Cristina Fernández de Kirchner, destinataria in passato di pesanti accuse da parte di Nisman, ha scritto una lunga lettera con la quale allontana ogni responsabilità da sé anche indiretta.
“Cos’è che porta una persona alla terribile decisione di togliersi la vita?” scrive sollevando interrogativi sulla misteriosa morte del giudice. Nella lettera rivela particolari circa un presunto complotto ai suoi danni e dossier confezionati.

[easy_ad_inject_1]Perché la Kirchner ha sentito il bisogno di scrivere questa lettera pubblica? La presidentessa argentina era accusata proprio dal procuratore Nisman di aver barattato in segreto l’immunità di terroristi iraniani accusati di un attentato antisemita contro la mutua ebraica (Amia) di Buenos Aires nel 1994, in cui persero la vita 85 persone.

Per queste accuse Nisman aveva ricevuto diverse minacce alla sua vita come riferito anche dalla deputata Bullrich.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.