Archeologia, Unimc fa scuola Spagna. 

Condividi

L’Ateneo ha collaborato al primo corso internazionale del mediterraneo antico con sessioni di scavo nel sito di Sant Gregori. Presto la seconda edizione con crediti per gli studenti. 

Ulteriore collaborazione internazionale nel campo degli scavi archeologici per l’Università di Macerata. L’Ateneo maceratese, tramite la docente Giulia Baratta, ha collaborato con il Museo Archeologico Comunale di Borriana, Spagna, e le Università di Castellón de la Plana e di Lorraine per realizzare il primo corso internazionale di archeologia e culture del mediterraneo antico che si è svolto nella città valenciana dal 3 al 10 ottobre scorso. Ora si sta lavorando alla seconda edizione, con l’obiettivo di rendere il corso un appuntamento fisso con crediti formativi riconosciuti per gli studenti Unimc.  

Il percorso formativo prevedeva anche sessioni pratiche di scavo archeologico, documentazione, registrazione dei dati e classificazione dei materiali nell’ambito del progetto di ricerca sul villaggio marittimo di Sant Gregori, situato sulla costa Borriana Il sito ospita la più grande villa marittima romana scoperta nella Comunità Valenciana. Tutto fa pensare che l’enclave sia molto più ricca di quanto si pensasse inizialmente, dal momento che è stata ritrovata una complessa sequenza di strati con testimonianze sulla costa che dimostrano l’esistenza di una necropoli dell’età del bronzo, un insediamento romano alto imperiale, oltre ad altri siti provenienti dai periodi repubblicano e medievale.  

Le lezioni sono state, quindi, dedicate al mondo funerario antico, agli stili della pittura murale romana o dell’epigrafia latina, così da fornire i fondamenti teorici, le metodologie e le tecniche archeologiche, oltre alle competenze per la tutela e la diffusione del patrimonio in una dimensione transmediterranea attraverso lo studio dei reperti. Gli studenti hanno potuto visitare anche i resti monumentali delle città romane di Tarragona e Sagunt. 


Pubblicato

in

da

Italia News è su Google News:
per essere sempre aggiornato clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti è piaciuto
SEGUICI SU FACEBOOK

 

 
close-link
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: