Categorie
Salute

Pistoia città leader nella lotta all’Alzheimer

Pistoia, 6 maggio 2015 – Sia il Piano nazionale per le Demenze, sia quello appena messo a punto dalla Regione Toscana saranno presentati il 15 e 16 maggio a Pistoia nel corso del 6° Convegno nazionale sui Centri Diurni Alzheimer. Tra gli altri, la neurobiologa Maria Grazia Spillantini, docente all’università di Cambridge in odore di Premio Nobel, che riferirà sulle ultime ricerche in tema di basi molecolari della neuro-degenerazione.

[easy_ad_inject_1]Grazie a questi e numerosi altri autorevoli interventi Pistoia si conferma leader in Italia nello studio e nella gestione dell’Alzheimer, malattia in continuo aumento come conseguenza del progressivo invecchiamento della popolazione. Nella provincia di Pistoia si stimano ormai oltre 6000 casi, in Toscana 84 mila.
Presidente del congresso è, come noto, il geriatra professor Giulio Masotti affiancato dai colleghi Carlo Adriano Biagini (Pistoia) e Alberto Cester (Dolo-Venezia), mentre il comitato scientifico è composto dagli specialisti Maria Chiara Cavallini, Mauro Di Bari, Niccolò Marchionni e David Simoni e coordinato dal professor Enrico Mossello.

Fondamentale il ruolo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, presieduta dal professor Ivano Paci, che promuove e sostiene il congresso fin dalla prima edizione oltre a finanziare varie attività sperimentali con la collaborazione dell’Unità di Ricerca in Medicina dell’Invecchiamento dell’Università di Firenze.
Mancando ancora farmaci risolutivi, la rete dei Centri Diurni, per quanto esigua rispetto ai bisogni, resta del resto strategica per alleviare almeno in parte il dramma, la sofferenza e i disagi vissuti da migliaia di pazienti e dalle loro famiglie. Un’adeguata assistenza può far molto, ricorda il professor Masotti. Benché inguaribile, la malattia può essere frenata con attività fisica e terapie psicologiche (arte, piante, animali, colori).

Le esperienze condotte in questi anni offrono risposte incoraggianti e il convegno ospiterà appunto numerosi interventi in proposito oltre a studi sui nuovi farmaci, le terapie, le stesse sensazioni (gioia, dolore) di pazienti spesso incapaci di esprimersi.
Tra i molti relatori il presidente della Società italiana di Psicogeriatria Marco Trabucchi, (La crisi persistente, i servizi per la demenza e i diritti dei cittadini), lo psichiatra milanese Leo Nahon (La gioia possibile nella persona con demenza), la psicobiologa del CNR Nicoletta Berardi (Il progetto Train the Brain), il neurologo dell’università di Firenze Sandro Sorbi (Prevalenza, incidenza e durata delle demenze).

Saranno inoltre presentate le nuove Linee guida per i Centri Diurni Alzheimer, mentre una sessione, moderata dal direttore della Società della Salute Pistoiese Daniele Mannelli e dal cardiologo Andrea Ungar, sarà dedicata al geriatra Francesco Antonini e al Centro sociale di Lastra a Signa da lui ideato.
Il congresso è patrocinato dalla Facoltà di Medicina dell’Università di Firenze, dal Comune di Pistoia, dall’ASL 3 Pistoia, dalla Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, Dall’Associazione Italiana di Psicogeriatria e dall’Associazione Italiana Malattia di Alzheimer. Info: www.centridiurnialzheimer.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.