Categorie
Esteri

Gaza. Uccisi mamma, bimbo 4 anni e 2 ragazzini

Guerra Israele Gaza
Guerra Israeliani – Palestinesi

Come in ogni guerra vittime innocenti devono pagare perché i politici non sanno far la pace e per la ragion di Stato scaricano il loro odio mettendo in preventivo quello che spesso e volentieri chiamano “danni collaterali”.
Tra i cosiddetti “danni collaterali” della nuova guerra tra Israele e Palestina ci sono una mamma, un bimbo di appena 4 anni e 2 giovani di 12 anni rimasti uccisi dopo un raid israeliano.

Secondo quanto si apprende da fonti internazionali gli attacchi sono avvenuti nei rioni Sajaia e Zaitun di Gaza.Le vittime si sarebbero trovate nei pressi di case colpite da un caccia con la stella di Davide.
Gli abitanti delle abitazioni, preavvertiti da Israele, si sono messi in salvo, mentre la donna e i bambini non hanno fatto in tempo. Da ieri negli attacchi
sono morte 35 persone e 300 sono stati i feriti.Il ministro della Difesa, Moshe Yaloon, intanto ha detto che le operazioni contro Hamas “saranno estese nei prossimi giorni”.

Abu Mazen, presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese parla senza mezzi termini di genocidio. Al termine di una riunione straordinaria dell’Organizzazione a Ramallah, ha detto che “bisogna fermare questo massacro, è un genocidio”.
Sul fronte opposto, il portavoce del premier Netanyahu,ha affermato che “negli ultimi anni Hamas ha costruito a Gaza una macchina terroristica formidabile. E noi stiamo agendo per smantellare quella macchina. Un’operazione di terra a Gaza è possibile”.

Quante vittime innocenti ancora devono pagare per questo odio?

Fate sentire anche la vostra voce con un commento.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.