Categorie
Salute

Tumori: in 40 anni raddoppiate le guarigioni da cancro

Tumori
Ricerca lotta ai Tumori

Negli ultimi 40 anni sono raddoppiate le guarigioni da cancro, oggi il 60% dei malati di tumore sconfigge la malattia. E’ la notizia più importante emersa, stamane, nel corso della presentazione del libro della Fondazione “Insieme contro il Cancro”, presso il Ministero della Salute. Non si può più parlare di male incurabile, ha affermato il prof. Francesco Cognetti, presidente della Fondazione. Negli anni ’70 soltanto il 30% dei pazienti riusciva a sconfiggere il cancro, dopo venti anni si è giunti al 47% e oggi circa il 60% dei malati di tumore riesce ad averla vinta sulla malattia.
Il libro presentato stamane ha un titolo emblematico: “Il male incurabile. I progressi nella lotta contro il cancro e il nuovo ruolo della comunicazione”, volto in particolare a sottolineare come stia cambiando l’approccio dei cittadini e anche dei media verso la malattia, in precedenza definita non con la parola “cancro o tumore”, ma con quella espressione allarmistica di “male incurabile”.
Oggi di cancro si può guarire ed “il merito – ha detto il prof. Cognetti – è da ricondurre a terapie sempre più efficaci e alla diagnosi in fase precoce. Senza dimenticare le campagne di prevenzione: fino al 40% dei tumori può essere prevenuto seguendo uno stile di vita corretto (no al fumo, dieta corretta, attività fisica costante). Ma non ci siamo limitati a scattare una fotografia dei passi in avanti contro la malattia negli ultimi 40 anni”.
La seconda parte del libro affronta, infatti, attraverso interviste a 15 direttori di testate giornalistiche nazionali, il modo in cui i media trattano l’argomento cancro e su come deve essere oggi una corretta comunicazione ai cittadini su questo tema così delicato, chiedendo loro di assumere un impegno preciso, cioè cancellare l’espressione “male incurabile” dalle testate di cui sono responsabili.

Avatar

Di Mena

Appassionata di informazione collabora gratuitamente con Italia-news e crede nella sua missione di offrire una libera informazione non legata a vincoli politici o di partito o di lobbies economiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.