Teverolaccio Rural Hub: la Terrah promessa per l’agricoltura

Si presenta sabato 31 luglio l’incubatore Terrah nato grazie al progetto Teverolaccio Rural Hub, sostenuto da Fondazione Con il Sud

Sabato 31 luglio alle ore 18,00 presso il Casale di Teverolaccio di Succivo (CE), si presenta “Teverolaccio Rural Hub”, un progetto sostenuto da Fondazione Con il Sud nell’ambito del bando “il Bene torna Comune” che ha selezionato 7 luoghi (tra le oltre 140 candidature pervenute) ai quali è stato destinato un sostegno economico per rigenerare spazi da restituire alla collettività.

 All’appuntamento prenderanno parte il presidente di Fondazione Con il Sud, Carlo Borgomeo, l’assessore regionali all’Innovazione, Valeria Fascione; Gennaro Oliviero, Presidente del Consiglio regionale della Campania e Tommaso De Simone, Presidente della Camera di Commercio di Caserta.

L’inaugurazione degli spazi sarà accompagnata da un momento di confronto sul tema del Cambiamento, declinato nell’ambito della sostenibilità e della riattivazione a fini sociali di immobili pubblici. Interverranno: Raoul Tiraboschi (Slow Food Italia), Edoardo Zanchini (Legambiente) e Patrizia Spigno (Slow Food Campania). La presentazione del progetto sarà a cura di Francesco Pascale (Terra Felix). 

Al termine della presentazione, i partecipanti potranno fruire di una “versione ridotta” del Mercato della Terra del Teverolaccio (che era stato sospeso da marzo 2020) con la partecipazione dei produttori selezionati dalla Condotta Slow Food Agro Aversano Atellano.

Nel rispetto delle normative vigenti, per garantire il distanziamento, la partecipazione sarà subordinata alle disposizioni anti-covid19.

Il progetto proseguirà fino a settembre 2023, attivando un vero e proprio incubatore – dal nome evocativo “TerrAH” – dedicato all’agricoltura e alla comunità atellane, caratterizzato da un insieme di servizi che avranno sede nel Casale di Teverolaccio, a Succivo.

“Abbiamo assegnato e realizzato, in soli 7 mesi, i lavori di ristrutturazione – afferma Francesco Pascale, responsabile del progetto – Eravamo in piena pandemia, ma era più che mai importante, in quel momento, mettere in cantiere un nuovo fondamentale tassello delle attività di impresa sociale ed ambientale che hanno sede al Teverolaccio e che sono animate tra gli altri da Slow Food Campania, Legambiente Geofilos, Terra Felix”.

L’incubatore Terrah sosterrà in particolare:

–        lo sviluppo di canali e di relazioni commerciali per promuovere le tipicità enogastronomiche locali, diventando anche sede di momenti fieristici e di incontri con buyer nazionali ed internazionali;

–        la formazione e la promozione sperimentale di innovazioni tecnologiche in agricoltura, all’insegna di uno sviluppo ecocompatibile che riduca gli sprechi e limiti il più possibile l’impatto ambientale;

–        l’educazione delle giovani e delle giovanissime generazioni, sui temi della sana alimentazione, della divulgazione delle scienze naturali, della riscoperta di narrazioni letterarie e teatrali, in stretta sinergia con il mondo della scuola;

–        l’avvio di percorsi di reinserimento lavorativo e sociale per le persone più fragili.

Teverolaccio Rural Hub è promosso da Slow Food Campania, soggetto responsabile del progetto, e da Terra Felix, Legambiente Geofilos, Coldiretti Caserta, Novamont e il Dipartimento Scienze e Tecnologie ambientali biologiche e farmaceutiche dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”; partecipa al partenariato anche una rete del Terzo Settore del territorio: Artenova, Liberamente Onda, Arci Spaccio Culturale, Federhand/Fish Campania, Mestieri Campania.

Maggiori informazioni sul progetto sono disponibili su https://www.esperienzeconilsud.it/teverolaccioruralhub/ e su Facebook alla pagina https://www.facebook.com/TerrAHTeverolaccioRuralHub

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.