Categorie
Tecnoscienze

Lavorare di meno fa bene. Parola di Mr Google

google
Lavorare in Google

Tutti noi non solo in Italia siamo abituati a rilevare come tanti precari devono lavorare più di otto ore al giorno in condizioni difficili per portare a casa una percentuale dello stipendio che guadagnavano i nostri genitori.

Un tempo bastava che lavorava solo un genitore per mantenere l’intera famiglia e l’altro genitore aveva più tempo da dedicare alla cura dei figli, alla loro educazione e garantire loro un abbraccio costante, una presenza che oggi è sempre più rara e delegata ai sempre più preziosissimi nonni.

Molti lavoratori hanno sempre avuto come modello Google. Vedere come i dipendenti Google lavorano fa invidia a tanti giovani e non.
Flessibilità, attività collaterali, mense sempre aperte, zone relax e sport e chi più ne ha più ne metta.

E proprio da Google, o meglio da uno dei suoi fondatori e attualmente amministratore delegato, Larry Page, arriva una ulteriore rivoluzione che si ci augura sia presa ad esempio anche dalle imprese italiane: Lavorare meno per vivere meglio.

Gli americani hanno da vari anni capito che non è la quantità di lavoro a fare la differenza ma la qualità, il raggiungimento degli obiettivi indipendentemente dal tempo necessario impiegato (spesso male) per raggiungerli.

Secondo il numero uno di Big G, essere impegnati senza sosta rovina la vita e per questo sostiene la necessità di una riduzione dell’orario settimanale di lavoro.

“Se si pensa davvero alle cose di cui si ha bisogno per essere felici, gli antropologi hanno identificato casa, sicurezza e opportunità per i figli. Non è difficile per noi provvedere a queste cose”, ha detto Page. “Quindi – ha aggiunto – l’idea che tutti debbano lavorare freneticamente per soddisfare le esigenze delle persone è semplicemente non vera”.

E voi che ne pensate? Fate sentire la vostra voce.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.