Home Salute ISDE Italia al Senato: Bisfenolo A, la Microcistina-LR, i PFAS debbano avere...

ISDE Italia al Senato: Bisfenolo A, la Microcistina-LR, i PFAS debbano avere il loro valore limite fissato in zero nelle acque destinate ad uso umano

Audizione senato ISDE
Audizione senato ISDE
Pubblicità
Condividi

Martedì 17 gennaio 2023, ore 20:00, una delegazione dell’Associazione medici per l’ambiente -ISE Italia (International Society of Doctors for the Environment) ha incontrato i componenti della 10^ Commissione del Senato della Repubblica.

Nel corso dell’audizione il dottor Giovanni Ghirga e la dottoressa Antonella Litta hanno fatto presente alcune osservazioni in merito al recepimento della Direttiva europea 2020/2184 del 16 dicembre 2020 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano.

Pubblicità

In particolare hanno evidenziato le ragioni scientifiche sul perché il Bisfenolo A, la Microcistina-LR, e i PFAS (sostanze perfluoroalchiliche) debbano avere il loro valore limite, nelle acque a uso umano, fissato in zero a causa dei loro noti, comprovati e gravi effetti patogeni.

Studi scientifici sempre più numerosi indicano il Bisfenolo A, al pari dei PFAS, come sostanze dannose per il sistema riproduttivo, nervoso e immunitario soprattutto nei feti; inoltre, poiché alcuni tumori hanno una relazione con i sistemi ormonali, esiste il  fondato sospetto che i PFAS, come altri interferenti endocrini, possano avere un ruolo nella genesi di alcuni tipi di cancro, ormone-dipendenti- come il tumore mammario ed il tumore del testicolo.

Relativamente alla Microcistina –  LR si  è fatto presente che questa è prodotta dai Cianobatteri. Particolari organismi procarioti, componenti del fitoplancton marino e di acqua dolce che, in condizioni di eutrofizzazione, ovvero di incremento di nutrienti nell’ecosistema che li ospita come i composti azotati e fosfati provenienti ad esempio dall’agricoltura intensiva,  si moltiplicano in modo  esponenziale con fioriture visibili anche ad occhio nudo.

Le microcistine  prodotte in queste fioriture massive sono considerate tra i gruppi tossici più pericolosi, capaci di avvelenamento acuto e cronico grave. La Microcistina – LR, la variante più studiata di questo gruppo, è un promotore tumorale molto potente (classificata come 2B nella scala  dei cancerogeni dell’International Agency for Research on Cancer – IARC). Per quanto riguarda il potenziale cancerogeno e genotossico delle microcistine, l’esposizione cronica a basso livello può contribuire ai carcinomi epatici e del colon.

Il dottor Giovanni Ghirga, pediatra, ha poi esposto in particolare l’aumento del rischio di disturbi del neurosviluppo in bambini esposti a Bisfenolo A, alla Microcistina-LR ai PFAS; gli associati costi sociali e sanitari e il grande impatto sulla vita relazionale ed economica delle famiglie di bambini affetti dalla sindrome dello spettro autistico.  

La delegazione di ISDE Italia a conclusione dell’audizione, la quale ha trovato grande attenzione, interesse ed apprezzamento da parte del presidente e di tutti i componenti per le argomentazioni scientifiche esposte ed approfondite nel corso anche della discussione, ha auspicato che la Commissione, in linea con quanto previsto dagli articoli 32, 9 e 41 della Costituzione italiana e anche in ossequio al Principio di Precauzione sancito dall’Unione europea,  recepisca le indicazioni della Direttiva europea 2020/2184 sulla qualità delle acque destinate al consumo umano in senso maggiormente cautelativo e quindi protettivo della salute umana delle attuali e future generazioni.

Il ché si attuerà anche ponendo il valore di zero Bisfenolo A, Microcistina-LR e PFAS nelle acque ad uso umano soprattutto a tutela della salute dei più fragili e dei bambini.

In allegato le sintesi degli interventi del dottor Giovanni Ghirga, della dottoressa Antonella Litta e il contributo inviato all’audizione da parte del dottor Vincenzo Cordiano presidente della sezione veneta di ISDE.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!