Categorie
Salute

I prodotti senza glutine non servono a dimagrire

Prodotti senza glutine
Prodotti senza glutine – fonte: tantasalute.it

Sta facendo discutere l’intervista pubblicata su “La Stampa” al nutrizionista Pietro Antonio Migliaccio, Presidente della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione (S.I.S.A.) Libero Docente in Scienza dell’Alimentazione, secondo il quale il consumo dei prodotti senza glutine non serve a dimagrire. Il punto cardine della questione è che spesso il consumo di prodotti “gluten free” sia legato non alla reale presenza di intolleranza alimentare al glutine, ma ad un bisogno di “mangiare più sano” o, addirittura di dimagrire.
Tutto merito del marketing del “senza glutine”? A quanto pare sembra di sì. Cercando la parola “gluten free” su Google ci si accorge che sono centinaia i marchi e le marche legate a questo vero e proprio business.

Inoltre secondo i dati dell’Associazione Italiana Celiachia, sono 100mila coloro che soffrono di celiachia, l’intolleranza al glutine, ma sono ben 600mila le famiglie che acquistano cibi gluten free. Solo una persona su sei, dunque, che acquista prodotti senza glutine lo fa effettivamente per esigenze di intolleranza alimentare.
“La patologia celiaca è un’intolleranza permanente alla gliadina del grano e alle prolamine di altri cereali; colpisce individui geneticamente suscettibili e produce gravi lesioni istologiche dell’intestino tenue. Per i pazienti affetti da celiachia esistono numerosi prodotti, tra cui anche la pasta, privi di glutine; appare comunque evidente come il pilastro di un corretto approccio all’intolleranza alimentare sia la corretta educazione alimentare e la coscienza della presenza della patologia” – spiega il prof. Migliaccio a “La Stampa” che sottolinea “non ha senso seguire una dieta senza glutine solo per dimagrire. Non ci sono prove scientifiche che dimostrino l’efficacia dietetica di pasta, pane e biscotti per celiaci. Un etto di pane senza glutine, che viene sostituito con carboidrati e grassi, ha le stesse calorie di uno che lo contiene, ma con una composizione in macronutrienti che, non essendo necessaria, potrebbe alterare le risposte metaboliche. Non consiglio mai un regime del genere a chi non soffre di questa patologia ma vuole solo dimagrire”.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.