Home Salute ECDC. Pubblicato il rapporto sulle tendenze di consumo di antibiotici nei settori...

ECDC. Pubblicato il rapporto sulle tendenze di consumo di antibiotici nei settori comunitari e negli ospedali in tutta Europa

2236
0
SHARE
pillole
antibiotici

L’ECDC, l’Ente Europeo per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie, ha pubblicato il secondo rapporto annuo per la sorveglianza degli antibiotici per il consumo nella rete europea (ESAC-Net).

La relazione si basa sui dati di consumo di antimicrobici nelle comunità (settore di assistenza primaria) e nel settore ospedaliero segnalata all’ECDC per l’anno 2011 da 27 Stati membri dell’UE e due paesi extra-UE di See (Islanda e Norvegia).
Il report presenta i dati per le tre categorie principali di antimicrobici:
• antibatterici per uso sistemico (gruppo ATC J01);
• antimicotici per uso sistemico e antimicotici per uso sistemico (gruppi ATC J02 & D01BA);
• antivirali per uso sistemico (gruppo ATC J05).
L’importanza della conoscenza di questi dati per le istituzioni e per gli operatori sanitari, ma anche per i cittadini, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” è connessa al fatto che, com’è noto, l’uso improprio e l’abuso di sostanze antimicrobiche è uno dei principali fattori responsabili per lo sviluppo e la diffusione della resistenza agli antimicrobici.
Ciò è diventato una seria minaccia alla salute pubblica, in particolare la causa della comparsa e la diffusione di batteri altamente resistenti, e perché ci sono pochissimi nuovi agenti antimicrobici nella pipeline di ricerca e sviluppo.
Sempre più paesi europei implementano o intendono implementare, azioni per controllare la resistenza antimicrobica nella Comunità attraverso un uso razionale degli antimicrobici, comprese campagne di sensibilizzazione sull’uso prudente degli antibiotici.
I dati sul consumo antimicrobico in Europa e in particolare il consumo di antibiotici, possono informare gli operatori sanitari e i responsabili politici per aiutarli a monitorare i progressi verso un uso più prudente degli antibiotici.
L’ECDC fornisce anche accesso a un database interattivo sul sito dell’ECDC. Permette la visualizzazione dei dati selezionati sul consumo antimicrobico in diversi formati, quali tabelle, figure e mappe. Il database include i dati sul consumo antimicrobico negli Stati membri dell’UE e due paesi extra-UE dello Spazio Economico Europeo (Islanda e Norvegia) dal 1997 al 2011.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here