Home Salute Diabete e diete. Dietologi: non esistono diete miracolose

Diabete e diete. Dietologi: non esistono diete miracolose

52755
1
SHARE

Diabete
Diabete

Il diabete è una malattia serie e come tale va trattata. A lanciare l’allarme soprattutto contro le cosiddette diete miracolose, grazie alle quali il malato di diabete potrebbe addirittura arrivare a fare a meno dell’insulina e a guarire, sono le Società Scientifiche e Professionali di Diabetologia e le Associazioni delle persone con diabete. Sempre più spesso sui media e sul web si consigliano soluzioni a dir poco miracolose in gran parte basate su diete drastiche, (come cibi crudi, diete vegetariane e altro), con la promessa di “guarire” in pochi giorni il diabete e di abbandonare le terapie farmacologiche, compresa l’insulina.

Solitamente queste indicazioni vengono diffuse da chi non ha alcuna qualifica medica e di queste diete miracolose ne fa un business, arrivando anche ad accusare i diabetologi di diffondere informazioni fasulle e di connivenza con le industrie farmaceutiche, allo scopo di mantenere un mercato e di perpetuare la malattia, a salvaguardia di interessi personali e commerciali.

E’ importante sottolineare e ricordare ai malati di diabete che sospendere l’insulina nel diabete di tipo 1 può portare alla morte. E, purtroppo, sono casi già verificatisi. Il diabete tipo 1 è una malattia che deriva dalla perdita delle cellule che producono l’insulina, per cui l’organismo ne risulta totalmente privo. La terapia si basa esclusivamente sulla somministrazione dall’esterno dell’ormone mancante, insulina nel caso del diabete. La sospensione del trattamento insulinico nel paziente con diabete tipo 1 comporta gravissimi pericoli per la salute, come la chetoacidosi, il coma diabetico e il rischio di morte.

Le Società professionali e scientifiche raccomandano di non sospendere in alcun modo la somministrazione di insulina e di contattare il proprio medio prima di approcciarsi ad una qualsiasi dieta, a prescindere dal tipo di diabete che si ha. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, la comunità scientifica nazionale e internazionale e il nostro Ministero della Salute sono anni che sostengono che la migliore prevenzione del diabete mellito è una sana igiene di vita seguendo una regolare attività fisica, una dieta equilibrata e sana, un moderato consumo di alcool e l’abolizione del fumo.

Non si vuole qui mettere in discussione che la dieta sia un pilastro fondamentale del trattamento del diabete, questo è e resta un dato indiscutibile e irrinunciabile. Il problema si presenta ovviamente quando la dieta “miracolosa” viene proposta come unica alternativa ai farmaci. Ciò rischia di creare situazioni molto pericolose, specie per le persone con diabete di tipo 1 che, come detto, senza insulina rischiano di morire.

1 COMMENT

  1. Queste notizie si rivolgono a persone senza criterio, stante che il sottoscritto è diabetico tipo1, non penserebbe mai a togliere l’insulina e poi seguire terapie alternative… io semmai diminuisco la mia dose di insulina se scopro che mangiando qualcosa di naturale e fidato poi vado in ipoglicemia, se cioè mi sono fatto la dose di insulina come se dovessi mangiare il comune cibo-spazzatura. per cui questa tornata di notizie è generalista, grossolana e senza criteri messi in campo, appunto per screditare il bene che viene da cibi non spazzatura. Tutto questo al fine di avvolorare la scimmitudine medica della popolazione: miseri e misera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here