Home Salute Circolare Covid del Ministero della Salute: “Evoluzione pandemia imprevedibile”

Circolare Covid del Ministero della Salute: “Evoluzione pandemia imprevedibile”

Pubblicità
Condividi

Sebbene l’evoluzione della pandemia sia allo stato attuale imprevedibile, il nostro Paese deve prepararsi ad affrontare un inverno in cui si potrebbe osservare un aumentato impatto assistenziale attribuibile a diverse malattie respiratorie acute, prima fra tutte l’influenza, e alla possibile circolazione di nuove varianti di SARS-CoV-2, determinato anche dai comportamenti individuali e dallo stato immunitario della popolazione.
Si evidenzia la necessità di intensificare il sequenziamento al fine di raggiungere una numerosità sufficiente a identificare l’eventuale circolazione di nuove varianti. È particolarmente importante evitare la congestione delle strutture sanitarie limitando l’incidenza di
malattia grave da COVID-19 e le complicanze dell’influenza nelle persone a rischio, proteggendo soprattutto le persone più fragili.

Sono queste le conclusioni della circolare Covid del Ministero della Salute pubblicata il 30 dicembre 2022, e avente ad oggetto Interventi in atto per la gestione della circolazione del SARS-CoV-2 nella stagione invernale 2022-2023 elaborato con il supporto dell’ISS, sentite le
Regioni/PPAA per il tramite del Coordinamento Interregionale Prevenzione (CIP).

Pubblicità

Nel documento si apprende che

Diversi fattori contribuiscono a rendere incerte l’evoluzione epidemiologica e le ricadute sul sistema sanitario in termini di domanda di assistenza, tra cui:

  • Caratteristiche del virus SARS-CoV-2 nella stagione fredda
  • Grado di adesione alla campagna vaccinale (4a dose) e compliance nell’osservanza delle misure igienico-sanitarie e comportamentali per la prevenzione della trasmissione di SARS-CoV-2 da parte della popolazione generale.
  • Soggiorno in ambienti chiusi (comprese le scuole) durante i mesi invernali.
  • Grado di co-circolazione di altri virus respiratori
  • Grado di immunità/suscettibilità della popolazione nei confronti dell’infezione e della malattia grave.
  • Mobilità della popolazione.
  • Effetti a lungo termine dell’infezione da SARS-CoV-2 (Long COVID)

“L’utilizzo di mascherine è efficace nel ridurre la trasmissione dei virus respiratori e nel caso in cui si documentasse un evidente peggioramento epidemiologico con grave impatto clinico e sul funzionamento dei servizi assistenziali, potrebbe essere indicato il loro utilizzo in spazi chiusi, finalizzato in particolare a proteggere le persone ad alto rischio di malattia grave”, si legge ancora nella circolare.

Clicca qui per leggere la circolare

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!