Storia, arte e cultura: la Sicilia che non ti aspetti

La Sicilia è un territorio dalla tradizione storica antichissima.

Sempre più turisti giungono sull’isola per ammirare le sue bellezze e per scoprire quanto di spettacolare questa regione custodisce e continua a tramandare.

È una terra dalle antiche tradizioni che ha visto succedersi sul proprio territorio numerose popolazioni, ognuna delle quali ha lasciato la propria impronta, di cui oggi noi abbiamo testimonianze grazie alle mille forme d’arte presenti.

La cultura siciliana si respira in ogni dove: tra il calore della gente, nel loro dialetto, nei costumi tradizionali, nell’arte del legno, nel teatro popolare dei pupi ma anche durante le feste religiose e i riti stagionali che aiutano a conoscere meglio questo meraviglioso popolo, la sua storia e le sue tradizioni.

Da ogni parte del mondo gli amanti di questa terra, approfittando delle offerte e sconti per i traghetti diretti in Sicilia, trascorrono qui le proprie vacanze, desiderosi di ammirare non solo l’immenso patrimonio naturalistico, ma anche i numerosi siti archeologici e la meravigliosa ricchezza artistica di questa regione.

Agrigento e la Valle dei Templi

La Sicilia, ponte tra Oriente e Occidente, è la storica culla di culture diverse: monumenti arabi, fenici e bizantini, intere città barocche, cattedrali normanne, antichi scavi romani, stupendi templi greci ad Agrigento e Taormina. Proprio su queste due meravigliose città vale la pena soffermarsi per scoprire gli indelebili segni storici che possiedono.

Agrigento è conosciuta in tutto il mondo per la Valle dei Templi, uno tra i maggiori complessi archeologici del Mediterraneo che a partire dal 1997 è diventata patrimonio dell’UNESCO.

La valle ospita templi dorici, l’Agorà, gli acquedotti sotterranei e le necropoli che occupano circa 1300 ettari di territorio e costituiscono la più grande testimonianza del mondo ellenico e della Magna Grecia in Italia.

Tra i templi ricordiamo il Tempio della Concordia, costruito nel V secolo e ben conservato e che nel VI secolo d.C. venne trasformato in tempio cristiano.

Altrettanto suggestivi sono: il Tempio di Hera Lacinia o anche chiamato di Giunone che venne incendiato del 406 dai Cartaginesi, il Tempio di Eracle che fu distrutto da un terremoto e di cui oggi restano solo otto colonne, il maestoso Tempio di Zeus Olimpio, il Tempio dei Dioscuri (o tempio di Castore e Polluce), il Tempio di Efesto, il Tempio di Atena che si trova nel centro storico di Agrigento, il Tempio di Demetra e il Tempio di Iside.

Il Teatro Greco di Taormina

Posta sulla cima di uno strapiombo a oltre 200 metri di altezza, sorge Taormina, un luogo suggestivo che custodisce la magnificenza dell’antica civiltà greca, incastonata in un contesto naturale mozzafiato che crea atmosfere uniche.

Oltre al bellissimo centro della città e alla via principale che attraversa tutta Taormina, Corso Umberto, tra le attrattive più importanti c’è il Teatro Greco di Taormina, la cui costruzione risale al III secolo a.C. e può ospitare oltre 5000 persone.

Il punto panoramico meraviglioso sul quale fu realizzato permette di ammirare la mole dell’Etna e il Mar Jonio.

Su alcuni gradoni è inciso il nome di Filistide, la moglie di Ierone II, il tiranno di Siracusa che molto probabilmente fece costruire questo teatro intorno al III secolo a.C.

Nel II secolo d.C., in età romana, venne ricostruito e ristrutturato.

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Don`t copy text!