Home Economia Spesa pensionistica Italiana: un record nel 2024

Spesa pensionistica Italiana: un record nel 2024

Unimpresa evidenzia la crescita della spesa per le pensioni e la necessità di una spending review

Giovanna Ferrara, Presidente di Unimpresa
Giovanna Ferrara, Presidente di Unimpresa
Pubblicità
Condividi

Secondo le ultime analisi del Centro studi di Unimpresa, il 2024 segnerà un record per la spesa pensionistica italiana, superando i 340 miliardi di euro, pari al 16% del Prodotto Interno Lordo (PIL). Tale cifra rappresenta il picco massimo rispetto al periodo quinquennale che va dal 2022 al 2026, denotando un incremento significativo rispetto agli anni precedenti. La previsione, in attesa della pubblicazione del nuovo Documento di economia e finanza, sottolinea come, nonostante un aumento del 4,7% nel reddito disponibile delle famiglie nel 2023, l’inflazione abbia eroso lo 0,5% del loro potere d’acquisto.

L’analisi di Unimpresa rivela anche un progressivo dimagrimento dell’intero bilancio pubblico, con una spesa totale che si prevede scenderà sotto il 50% del PIL entro il 2026. Allo stesso tempo, si registra un aumento delle uscite per interessi su bot e btp, che supereranno i 100 miliardi nel 2026, mentre la spesa sanitaria dovrebbe diminuire, passando dal 6,7% del PIL nel 2022 al 6,1% nel 2026.

Pubblicità

Giovanna Ferrara, presidente di Unimpresa, commenta: “La spesa per le pensioni continua ad aumentare a causa dell’invecchiamento della popolazione e degli interventi clientelari passati. È essenziale non intervenire nuovamente in un sistema che ha bisogno di stabilità e certezza normativa. Siamo fiduciosi che il governo stia gestendo con prudenza le casse dello Stato.”

Il Centro studi di Unimpresa, basandosi sui dati del Ministero dell’Economia, evidenzia una spesa pensionistica in controtendenza, con previsioni di ulteriore aumento fino al 2026. Al contempo, si assiste a una spending review sugli sprechi nelle spese correnti, che vedrà una riduzione di quasi 7 miliardi di euro nel periodo considerato.

Con una prospettiva di riduzione progressiva della spesa pubblica in termini percentuali rispetto al PIL, ma con un incremento assoluto degli importi destinati alle pensioni, il quadro economico italiano si presenta complesso e sfidante. Le strategie di spending review e le scelte politiche future saranno cruciali per bilanciare le necessità di welfare con la sostenibilità fiscale del Paese.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!