Home Economia PIMCO: Commento al rapporto sul lavoro

PIMCO: Commento al rapporto sul lavoro

Tiffany Wilding, North American Economist di PIMCO
Tiffany Wilding, North American Economist di PIMCO
Pubblicità
Condividi

A cura di Tiffany Wilding, North American Economist di PIMCO

1. Cosa è successo? Il rapporto sull’occupazione di settembre ha riservato un’enorme sorpresa positiva per quanto riguarda le buste paga, con dettagli piuttosto contrastanti sotto la superficie. Le buste paga sono più che raddoppiate rispetto alle nostre aspettative (336 mila contro 155 mila, secondo le attese) e accompagnate da ampie revisioni positive sul mese precedente (+119 mila). Nel frattempo, l’occupazione domestica è aumentata di sole 86 mila e il tasso di disoccupazione è rimasto invariato al 3,8% (contro le aspettative di un calo al 3,7%). La retribuzione oraria media è stata inferiore alle previsioni (+0,2% mese su mese contro lo 0,3% mese su mese), il che rappresenta una buona notizia per la Federal Reserve. Nonostante il ritmo sostenuto delle assunzioni, l’inflazione salariale si è moderata nel corso del mese, probabilmente per effetto delle numerose assunzioni nel settore del tempo libero e della pubblica amministrazione, che tendono a pagare meno rispetto ad altri settori.

Pubblicità

2. Cosa significa? Riteniamo che la sorpresa positiva delle buste paga sia il riflesso della temporanea stagionalità estiva per i posti di lavoro nel settore del tempo libero e dell’istruzione, oltre che un’indicazione della tenuta dell’economia statunitense.

3. Quale sarà il prossimo passo? Le implicazioni per la Federal Reserve sono altrettanto complicate: anche se questo rapporto rende più difficile stabilire se l’istituto centrale effettuerà o meno un nuovo rialzo in autunno, le condizioni finanziarie più rigide stanno facendo gran parte del lavoro. Eravamo scettici sul fatto che la Fed potesse effettivamente realizzare il rialzo attualmente indicato nelle proprie previsioni per la seconda metà del 2023; a questo punto, tuttavia, le probabilità si avvicinano al lancio di una monetina. Saranno probabilmente l’IPC e le vendite al dettaglio, così come le condizioni finanziarie, a far propendere i funzionari della Fed verso una delle due direzioni.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!