Pedofilia: “Ritardo dell’Italia su direttiva UE contro abusi sui minori fa il gioco dei criminali”

Moige

“La mancata comunicazione all’Unione Europea delle misure nazionali necessarie alla piena attuazione della direttiva contro l’abuso e lo sfruttamento dei minori e la pornografia minorile è un’inadempienza che favorisce i pedofili e gli sfruttatori. Senza norme chiare, allineate con il resto d’Europa, il rischio è di essere complici di coloro che vogliono perpetrare questi crimini.
[easy_ad_inject_1] Ci auguriamo che l’Italia agisca immediatamente e rispetti le nuove scadenze indicate dalla Commissione Europea. È necessario che venga fatta una volta per tutte chia rezza sui diversi aspetti della direttiva, come l’abuso e lo sfruttamento sessuale dei bambini (anche online) e l’impossibilità per le persone condannate per crimini sessuali contro i minorenni di svolgere professioni che comportano un contatto frequente con questi ultimi”. Lo comunica con una nota il Moige – Movimento Italiano Genitori Onlus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.