Categorie
Esteri

Isis diffonde video integrale della decapitazione di Peter Kassig

isis
isis

Ancora terrorismo anche mediatico da parte dell’Isis che ha diffuso un video integrale della decapitazione di un altro ragazzo americano, Peter Kassing, ultima vittima dopo Foley, Sotloff e Haines.

Su diversi siti jihadisti, L’Is ha postato un video dove si vede un boia con il volto coperto in piedi accanto ad una testa decapitata. La vittima, Peter Kassig, rapito il 1 ottobre mentre si trovava in Siria dove lavorava come operatore umanitario, aveva soltanto 26 anni, e si era convertito all’Islam mentre era tenuto in ostaggio acquistando il nome di Abdul Rahman.
Tuttavia non è possibile confermare con certezza che sia Kassig l’ostaggio ucciso e la sua famiglia attende una conferma ufficiale: “Siamo a conoscenza delle notizie che circolano sul nostro amato figlio e attendiamo la conferma del governo sull’autenticità di tali informazioni”hanno dichiarato i genitori di Peter, Ed e Paula Kassig.

Il nostro Ministero degli Affari Esteri ha condannato la decapitazione di Peter Kassig. Attraverso un comunicato, il neoministro Gentiloni ha fatto sapere che la notizia è stata “accolta con profondo sdegno”. Gentiloni rivolge condoglianze e solidarietà “alla famiglia della vittima e al governo e al popolo americani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.