Categorie
Esteri

Gaza. Benyamin Netanyahu ritira parte delle truppe ma resta determinato

Guerra Israele Gaza
Guerra Israele Gaza
Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha parlato alla nazione di Israele dopo aver deciso di non partecipare ai negoziati egiziani e di aver soprattutto deciso di ripiegare parte delle truppe di terra dietro i confini della Striscia di Gaza. Non una resa ma una conferma di determinazione a neutralizzare Hamas dice il premier. “Chiederemo che ogni ricostruzione e sviluppo di Gaza sia legata al disarmo di Hamas e alla smilitarizzazione della Striscia”. confermando anche che il supporto degli Usa e dell’Europa all’operazione a Gaza è una grande risorsa. “Le nostre forze stanno completando la neutralizzazione dei tunnel a Gaza”. ha detto il premier e sul soldato ritenuto rapito, Netanyahu ha assicurato che Israele “farà di tutto per riportarlo a casa”. Sul ritiro delle truppe Israele intende “rischierarle” secondo le proprie “esigenze di sicurezza”, non appena completata la distruzione dei tunnel di Hamas e promette “L’esercito israeliano continuerà ad agire a tutta forza” a Gaza “fino al completamento della sua missione”.
Intanto secondo fonti palestinesi i morti di oggi nella Striscia di Gaza sarebbero 78, dato confermato dall’agenzia Maan. Il bilancio complessivo nei 26 giorni delle operazioni militari di Israele è di oltre 1.600 morti tra i palestinesi e una sessantina tra i militari israeliani.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.