Categorie
Italia

Eboli, l’istituto Mattei-Fortunato vince la competizione nazionale Grow The Future-Save The Water

Coordinati dai professori Vito Marano e Benedetto Reppuccia, gli studenti delle classi 3ªA e 4ªC dell’Istituto di Istruzione Superiore «Mattei-Fortunato» – sede di Fortunato Eboli (Salerno) – hanno vinto la competizione nazionale GROW THE FUTURE – SAVE THE WATER con il progetto per la gestione dell’acqua nella coltivazione del mais “Grow the humanity, save the water”.
L’iniziativa GROW THE FUTURE – SAVE THE WATER, era stata lanciata all’inizio dell’anno scolastico 2013/2014 da Syngenta, l’unico Gruppo interamente dedicato all’Agricoltura, in collaborazione con Netafim, leader mondiale in soluzioni irrigue innovative ed intelligenti per l’agricoltura. Le due società, che collaborano già da tempo attivamente nella promozione di un’agricoltura sostenibile, hanno scelto di puntare su questo progetto per la sua forte valenza educativa.
Il percorso, rivolto agli studenti degli istituti tecnici del settore tecnologico (indirizzo chimica, biotecnologie ambientali, agraria, agroalimentare e agroindustriale) e degli istituti professionali per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, mira infatti a sensibilizzare i professionisti del futuro rispetto alla ricerca, all’innovazione e a un utilizzo responsabile di questa importante risorsa, il cui 70% dei consumi è assorbito proprio dalle attività agricole. Dopo una prima fase dove i ragazzi hanno potuto approfondire il tema dell’efficienza irrigua e del risparmio idrico attraverso schede didattiche sull’ACQUA in agricoltura e su due delle coltivazioni più diffuse in Italia – MAIS e POMODORO – le classi sono state invitate a realizzare un mini-progetto di coltivazione sul Mais focalizzato sul risparmio idrico con l’ausilio di un kit per la posa di un impianto di irrigazione a goccia Netafim e una busta di semi di mais Syngenta.

L’edizione 2013/2014 ha raggiunto oltre 15.000 studenti di 169 istituti dislocati su tutto il territorio nazionale. Una giuria di esperti Syngenta e Netafim ha scelto i migliori elaborati tra 47 progetti presentati. Questi, gli altri vincitori:

2° classificato: “Stay young, stay hungry, stay foolish: the future is in our hands” realizzato dagli alunni della 4ªD dell’Istituto di Istruzione Superiore «G. Mendel» di Villa Cortese (Milano) coordinati dai professori Lorenza Cozzi, Giuseppe Gaudioso, Antonio Mazzarella.

3° classificato: “Open your mind, save the water” realizzato dagli alunni della classe 3ª Periti Agrari dell’Istituto Tecnico Tecnologico Statale ”G. e M. Montani” di Fermo – sede distaccata di Montegiorgio coordinati dal Prof. Angelo Cameli.

Una menzione d’onore va all’Istituto Calvi di Finale Emilia per la realizzazione del video “Save a drop” coordinati dal Prof. Giovanni Accetta.

“Siamo rimasti impressionati dall’alto numero dei partecipanti e dalla qualità dei progetti presentati. Questi ragazzi rappresentano la prossima generazione di agricoltori e consumatori e hanno dimostrato un alto livello di maturità nel riflettere sull’utilizzo responsabile dell’acqua. Grow the Future si inserisce pienamente nel The Good Growth Plan – Gli impegni concreti per il futuro dell’agricoltura, l’ambizioso piano con cui Syngenta si è impegnata per rispondere alla sfida alimentare del futuro producendo più cibo, con meno spreco di risorse, che ha proprio in Netafim uno dei suoi principali partner”, ha dichiarato Luigi Radaelli, amministratore delegato di Syngenta Italia. “Riteniamo che liberare l’energia e la passione dei giovani sia fondamentale per trovare le soluzioni alle sfide che stiamo affrontando oggi, ed è per questo che continueremo ad impegnarci in questo tipo di progetti”.

“Per il semplice fatto di essere nati in Israele, zona storicamente afflitta dal problema della scarsità dell’acqua, da sempre siamo attivi nel diffondere la consapevolezza di quanto sia importante utilizzare in modo accurato questa fondamentale risorsa naturale. Per questo abbiamo promosso con grande entusiasmo insieme a Syngenta l’edizione 2014 di Grow the Future. Non è stato facile scegliere i vincitori: tutti i progetti elaborati dai ragazzi si sono infatti rivelati di ottimo livello – ha sottolineato Luca Olcese, Managing Director di Netafim Italia – e siamo molto soddisfatti di aver contribuito a stimolare coloro che saranno i futuri produttori agricoli a ideare soluzioni innovative per sviluppare un’agricoltura produttiva e allo stesso tempo sostenibile”.

Grow the Future, Save the Water non si ferma qui. All’inizio dell’anno scolastico 2014/2015, sarà possibile invitare in classe un tecnico Syngenta e un tecnico Netafim che organizzeranno una lezione su un tema o una coltura a richiesta secondo la modalità della “formazione on demand”. I ragazzi potranno così interagire attivamente con gli esperti aziendali discutendo degli argomenti di loro interesse. (www.growthefuture.it)

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.