Categorie
Salute

Domani Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco: aumenta solidarietà

Donazione Farmaci
Donazione Farmaci

Cresce in maniera esponenziale a Roma la richiesta di farmaci gratuiti. Il fabbisogno di medicinali nella Capitale è infatti aumentato negli ultimi 6 anni del 503%, passando dai 5800 farmaci del 2006 ai 35.000 del 2003. Lo comunica una nota di Federfarma Roma, l’associazione delle farmacie di Roma e Provincia che anche quest’anno parteciperà alla XIV Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco in programma sabato 8 febbraio. L’iniziativa, realizzata dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus in collaborazione con Federfarma e CDO Opere Sociali, si terrà in oltre 3400 farmacie distribuite in 94 province e in più di 1.200 comuni.
“Si tratta di dati che purtroppo testimoniano quanto siano cresciute in questi anni le fasce più deboli della popolazione che hanno difficoltà ad accedere ad un bene di primario importanza come il farmaco”, evidenzia il presidente di Federfarma Lazio, Franco Caprino, sottolineando in tal senso di essere “orgoglioso di partecipare a questa importante iniziativa di solidarietà verso le persone più indigenti che spesso non possono permettersi i farmaci che il Servizio sanitario non fornisce gratuitamente”. Fortunatamente a Roma accanto alla richiesta di farmaci è aumentata anche la solidarietà: grazie alla raccolta del Banco Farmaceutico dal 2006 ad oggi la donazione dei farmaci è aumentata di quasi il 400%, passando dai 3.997 a 15.000. “Numeri importanti – conclude Caprino – che dimostrano ancora una volta quello che noi sosteniamo da sempre, ovvero che per uscire da una situazione di crisi l’unica strada percorribile è quella di fare sistema e di condividere esperienze e capacità professionali”.

Avatar

Di Mena

Appassionata di informazione collabora gratuitamente con Italia-news e crede nella sua missione di offrire una libera informazione non legata a vincoli politici o di partito o di lobbies economiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.