Home Sport Conference League, le favorite: Aston Villa e Fiorentina in pole

Conference League, le favorite: Aston Villa e Fiorentina in pole

calcio
calcio
Pubblicità
Condividi

L’anno scorso a decidere la finale di Conference League fu un gol di Jarrod Bowen a regalare la gioia del trionfo al West Ham. Questo a spese della Fiorentina che aveva compiuto una vera e propria impresa raggiungendo la finale della coppa europea per club più giovane, a suon di prestazioni con un calcio molto “europeo”, frizzante, divertente e propositivo. Le aspettative, infatti, alla vigilia della finale erano altissime e a dire la verità tutto faceva pensare che i viola potessero davvero portare a casa il trofeo. Purtroppo le cose sono andate diversamente ma quest’anno le quote Conference League dicono che la squadra allenata da Vincenzo Italiano ha ottime chance di ripresentarsi all’appuntamento più importante e provare a vendicare la sconfitta della scorsa stagione. Ma i viola dovranno stare attenti perché ci sono tante squadre che vorrebbero vincere il trofeo e consegnarsi alla storia come terza squadra vincitrice del giovane torneo della Conferenza League. Innanzitutto non si può prescindere dalle squadre inglesi e spagnole, sempre tra le più pericolose e assetate di vittoria. E in questo in prima linea c’è l’Aston Villa, tra le formazioni più complete e forti del torneo e quindi più accreditata tra i bookmakers per la vittoria finale che ha vinto il proprio girone a un punto di vantaggio dal Legia Varsavia, costretto dunque a disputare gli spareggi di febbraio. A seguire, oltre alla Fiorentina, si notano l’Eintracht Francoforte, che però dovrà prima giocarsi gli spareggi contro la squadra belga dell’Union Saint-Gilloise, e il Lille, che nella Fase a Gironi, nel suo raggruppamento di competenza quello A, è arrivato primo a 14 punti staccando lo Slovan Bratislava di quattro punti e qualificandosi, di conseguenza, alla fase degli ottavi di Finale. La partita, quindi, si gioca tra queste quattro squadre principalmente, ma come spesso accade, occhio anche agli outsider di squadre come Club Brugge, Gent o Fenerbahce.

I prossimi turni

Pubblicità

Prima di fare ogni tipo di previsione servirà passare attraverso l’andata e il ritorno degli spareggi. Il 15 e il 22 febbraio si conosceranno dunque le ultime squadre che potranno accedere al turno degli ottavi di finale a partire dal 7 marzo. In questa data subentrerà la Fiorentina, così come tutte le altre squadre arrivate prime nei propri Gironi, che scoprirà, dopo il turno degli spareggi, con chi si dovrà confrontare e provare a proseguire il proprio cammino, magari verso la finale del 29 maggio. Una data cerchiata nei calendari dei giocatori viola per provare a rifarsi della beffa dello scorso. Ma le gare secche sono così, si vincono o si perdono nel giro di pochissimo e la storia è piena di esempi di clamorosi ribaltoni. Negli occhi di tutti è ancora viva la debacle in finale di Champions del Milan ad opera del Liverpool. La Fiorentina vuole però provare a cambiare la storia, a non farsi sopraffare dalla rabbia e avere la giusta carica agonistica per mettersi in bacheca il trofeo e pensare poi alla stagione successiva, magari alzando l’asticella e magari provando a immaginare di competere per un trofeo ancora più importante.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!