Categorie
Economia

Bce lascia tassi invariati, Draghi: segni di stabilizzazione economia zona euro, ma restano rischi

La Banca Centrale Europea ha deciso di lasciare invariato all’1% il tasso di interesse di riferimento della zona euro. Mario Draghi, in conferenza stampa, ha detto che si iniziano a vedere i primi segni di una stabilizzazione dell’economia dell’eurozona anche se permangono i rischi, sottolineando che l’Europa ha chiuso il quarto trimestre in maniera molto debole e che per questo la ripresa economica nel 2012 sarà molto graduale. Drgahi ha aggiunto che l’inflazione, per molti mesi, rimarrà ancora sopra il 2 per cento per poi iniziare a scendere.
Il presidente della Bce ha assicurato che la Banca centrale continuerà a sostenere il funzionamento del sistema del credito e della finanza nell’erurozona. Per quanto riguarda la crescita, Draghi auspica riforme strutturali e il mantenimento del rigore nel risanamento dei conti pubblici dei singoli paesi. Sul lavoro, sottolinea, occorre ridurre le rigidità, e creare maggiore flessibilità. Mario Draghi ha anche confermato che i leader politici greci hanno concluso un accordo sulle misure di austerità necessarie per assicurare un piano di salvataggio per tenere a galla la Grecia.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.