Bari. Il Garante regionale dei diritti del Minore, Ludovico Abbaticchio: giovani hanno ruolo chiave giovani possono quindi svolgere un ruolo chiave nel processo di cambiamento

Condividi

Il Garante regionale dei diritti del Minore è stato presente allo Spettacolo Teatrale Come un Corvo Bianco…Chernobyl 1986 di Fabrizio Fasano – regia di Maurizio Sarubbi

Oggi Mercoledì 19 ottobre, presso l’I.T.E.S. Lenoci, in via Caldarola – 41 a Bari, è stato presentato lo spettacolo teatrale multimediale, scritto da Fabrizio Fasano e con la regia di Maurizio Sarubbi, “Come un Corvo Bianco, Chernobyl 26 Aprile 1986”, la narrazione in una chiave semplice e immediata del disastro avvenuto a “Chernobyl, una storia mai conclusa, molto più vicina di quanto si pensi per cui ancora si pagano le conseguenze umane.

Il Garante regionale dei diritti del Minore, Ludovico Abbaticchio è stato presente con un suo personale contributo, avendo tra l’altro come Ufficio del Garante sostenuto l’iniziativa, credendo fermamente che i ragazzi siano il futuro del mondo e coinvolgerli come spettatori interattivi nella STORIA, non del tutto passata, rappresenta il giusto veicolo per far comprendere loro le conseguenze dell’azione spregiudicata dell’uomo, offrendo spunti di riflessione su eventuali alternative per una gestione più ecologica dei bisogni dell’uomo.

In questa società dei consumi i giovani possono quindi svolgere un ruolo chiave nel processo di cambiamento, in linea con i principi dello sviluppo sostenibile.

È necessario partire dal quotidiano per favorire nuovi e corretti stili di vita sostenibili dal punto di vista ambientale, economico occupazionale e sociale, affinché si possa PRESERVARE E AVERE CURA DEL NOSTRO MONDO.


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se ti è piaciuto
SEGUICI SU FACEBOOK

 

 
close-link