Categorie
Italia

Riccione, Moige: discoteche e locali notturni troppo pericolosi, garantire sicurezza a minori

Roma, 20 luglio 2015 – La triste vicenda consumata nella discoteca Cocoricò di Riccione, che ha portato alla morte del minore sedicenne, è un campanello d’allarme per l’incolumità dei nostri figli. La presenza di stupefacenti all’interno dei locali notturni è un segnale della scarsa sicurezza di questi luoghi di divertimento, dove spesso girano sostanze illegali. Una vicenda che assume un significato particolare, anche alla luce del risvolto mediatico della proposta di diversi parlamentari di legalizzare la cannabis.

[easy_ad_inject_1]Con questa prospettiva i minorenni sono ancora più esporti all’uso della droga, poiché non la percepiscono come una delle principali minacce alla loro salute, c ome invece suggeriscono i drammatici fatti di cronaca. La priorità assoluta è di garantire un sano divertimento a tutti, in particolare ai minori, impedendo con ogni mezzo possibile la diffusione e il consumo di tutte le sostanze stupefacenti.

I gestori dei locali hanno il dovere di garantire la tutela dei giovani anche attraverso l’alleanza con le forze dell’ordine: mamme e papà non possono lasciar uscire i figli con il costante timore che gli spacciatori mettano in pericolo la loro incolumità psico-fisica.

Queste le parole di Antonio Affinita, direttore generale del Moige – Movimento Italiano Genitori Onlus.
Moige

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.