Home Economia Rai3: L’AVVERSARIO – MARCO TARDELLI racconta MICHEL PLATINI

Rai3: L’AVVERSARIO – MARCO TARDELLI racconta MICHEL PLATINI

Pubblicità
Condividi

Lunedì 10 luglio in seconda serata su Rai3, prima tv

MARCO TARDELLI INCONTRA MICHEL PLATINI NEL QUINTO EPISODIO DE “L’AVVERSARIO

Pubblicità

Marco Tardelli intervista il suo illustre ex compagno di squadra,  rivelando il rapporto conflittuale ma anche di amore con il Belpaese e la Nazionale Italiana.

L’emozionante incontro tra due miti del calcio che hanno fatto la storia alla Juventus, un’intervista rara ed esclusiva sono al centro della nella quinta puntata de “L’Avversario”, in onda lunedì 10 luglio in seconda serata su Rai3Marco Tardelli intervista l’amico ed ex compagno di squadra Michel Platini, nel nuovo format originale prodotto da Rai Cultura e Stand by me, che ripercorre la carriera e la vita di grandi campioni dello sport attraverso il racconto degli innumerevoli ostacoli e avversità che hanno dovuto superare, sia in campo che fuori, nel loro cammino verso il successo.

Marco Tardelli vola a Cassis, in Costa Azzurra, per intervistare l’ex compagno di squadra con il quale ha condiviso numerose battaglie sui campi da calcio. Insieme i due ex campioni bianconeri ripercorrono la carriera del fuoriclasse francese, partendo dal loro primo incontro nei mondiali del ’78 in Argentina, primo mondiale per entrambi, dove a Tardelli tocca proprio marcare il giovane Platini. Vince l’Italia e non sarà l’unica volta in cui Platini sarà sconfitto dalla nostra Nazionale, che riuscirà a battere solo una volta, agli ottavi di finale dei Mondiali del 1986, appena un anno prima del suo ritiro. Nello scambio tra i due ex calciatori, anche un passaggio toccante sulla tragedia dell’Heysel del 1985, una cicatrice mai rimarginata di cui Platini non ha mai parlato pubblicamente.

Nella carriera di Platini, l’Italia non sarà mai un avversario come gli altri, perché per lui l’Italia significa anche casa: i suoi nonni, infatti, erano di Agrate Conturbia, un piccolo centro del Novarese, che lasciarono nel 1919 per emigrare in Francia. Saranno proprio le sue origini italiane a spingerlo a trasferirsi a Torino per giocare alla Juventus nel 1982, nonostante l’invito di altre grandi squadre come il Real Madrid e l’Arsenal. E nonostante gli inizi non siano facili, come ricorda Tardelli, in cinque anni Platini trascinerà i bianconeri a vincere di tutto e si consacrerà lui stesso campione assoluto conquistando tre Palloni d’oro. Un po’ avversaria e un po’ compagna, così l’Italia per Platini: è stata l’avversaria tante volte sul campo, ma è stata anche la compagna che l’ha aiutato a crescere e che gli ha fatto vivere gli anni più belli della sua vita calcistica.

Completano e impreziosiscono l’intervista le immagini inedite del giovane Platini a Joeuf, in Francia, suo paese di nascita, quando gioca a carte o discute con gli amici al Bar dello Sport dei nonni, o quelle delle mitiche partite della Juventus negli anni d’oro, che contava sei campioni del mondo (Zoff, Gentile, Cabrini, Scirea, Tardelli e Rossi), più i due fuoriclasse stranieri, Platini e Boniek – quest’ultimo presente nel racconto come testimone diretto dei fatti narrati.

L’ Avversario”, una produzione Rai Cultura e Stand by me, è condotto da Marco Tardelli. Produttore creativo: Simona Ercolani. Scritto da Andrea Felici e Giulia Soi. Delegati Rai: Mario Sagna e Serena Valeri; Produttore esecutivo Stand by me: Simona Meli. Regia di Daniele Babbo.

Pubblicità

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!