Categorie
Economia

Processo “Tutto Pellet”. Entro luglio 2016 è possibile presentare istanza di insinuazione al fallimento

Il termine per l’insinuazione tardiva al fallimento è prorogato al 2016. Lo scrive in una nota l’Avvocato Patrizia Polliotto, Fondatore e Presidente del Comitato Regionale del Piemonte dell’Unione Nazionale Consumatori, dal 1955 a oggi la prima e più autorevole associazione consumeristica italiana.

“Il Comitato Regionale del Piemonte dell’Unione Nazionale Consumatori – costituendosi parte civile nell’ambito del processo “Tutto Pellet “ ha ottenuto con Sentenza n. 1130/15 del Tribunale di Torino, con l’Avvocato Caterina Biafora, la condanna di Fabio Ballerino, autore della truffa che ha coinvolto più di 800 persone, e il risarcimento del danno sia materiale che morale agli stessi truffati”, spiega la Polliotto.

“Si ricorda che a tal proposito, per le vittime della truffa in oggetto che non avessero ancora adito le vie legali è ancora possibile anche nel 2016 presentare istanza per insinuazione tardiva nel fallimento ai sensi e per gli effetti dell’art. 101 della Legge Fallimentare. n. 169/2007”, dichiara il noto legale Patrizia Polliotto.
Per poi concludere: “Al fine di poter offrire l’adeguata tutela e assistenza legale ai cittadini, UNC- Comitato Regionale del Piemonte, con sede in Torino, Via Roma n. 366 invita tutti i soggetti coinvolti a contattare la sede, fornendo la dovuta documentazione, in orario d’ufficio dal lunedì al venerdì allo 011 5611800 e allo 0121 376264, inoltre, per una gestione più celere delle richieste si consiglia,di inviare una e-mail all’indirizzo uncpiemonte@gmail.com”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.