L’ALTRO GIORNO – In dirittura finale il Periferico Festival: dall’Argentina al Teatro delle Spiagge

Viaggio Al Centro Dell'lnfernoo
Viaggio Al Centro Dell'lnferno

Martedì 27 luglio si conclude la 3° edizione di PERIFERICO FESTIVAL, che quest’anno Beatrice Visibelli e Nicola Zavagli hanno voluto realizzare, per la prima volta, negli spazi outdoor del Teatro delle Spiagge, letteralmente fra i tetti del Quartiere.

Un’idea che ha riportato tutti in sala, ma in totale sicurezza: “Bilancio più che positivo.” – Dichiarano i direttori artistici – “Siamo felicissimi di aver potuto incontrare nuovamente il nostro pubblico, che ha presenziato con entusiasmo a questa proposta di terrazza teatrale. Appuntamento a settembre per una nuova rassegna autunnale.” Nel programma della prossima stagione ci sarà anche il Dante in farsa di Viaggio al centro dell’Inferno, una produzione Teatri d’imbarco presentata in anteprima durante questa rassegna estiva.

Periferico Festival – realizzato da Teatri d’Imbarco nell’ambito delle iniziative dell’ESTATE FIORENTINA promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze – finisce in bellezza con uno spettacolo della compagnia Teatro Elettrodomestico, arrivato dritto, o quasi, dall’Argentina: L’Altro Giorno, con Eleonora Spezi e Matteo Salimbeni, produzione esecutiva Ass. Attodue. Uno spettacolo di figura per adulti, originale e dissacrante, tratto dalla serie di disegni animati “El Otro dia” di Pablo Noriega.  

Un tizio ci racconta come l’altro giorno gli siano successe delle cose davvero incredibili. Il tizio ha veramente voglia, e una certa fretta, di dirci quel che gli è successo ma le sue storie, raccontate sempre con lo stesso tono flemmatico e inesorabile, ci portano nell’assurdo del quotidiano, condito di quella nota surreale, che spesso batte nei cuori argentini. Il tizio a volte soccombe alle sue stesse storie, più spesso se le va a cercare, ma la cosa più importante è che ce le venga a raccontare. Ed è così che l’altro giorno decide di non usare più i soldi, l’altro ancora perde inavvertitamente il pene per strada, oppure un altro ancora diventa Presidente. Non possiamo far altro che crederci, perché è troppo assurdo per essere vero.  

Eleonora e Matteo danno vita alle avventure del pupazzo e dei suoi oggetti. Sono in uno spazio domestico, forse una cucina, forse la loro. Lì si sentono a casa, e così vorrebbero ci si sentisse anche il pubblico. Non ci sono trucchi, tutto quello che manipoleranno, muoveranno o tenteranno di nascondere, sarà visibile. Hanno entrambi i loro ruoli e caratteri diversi, il presentatore e il tecnico, e pur entrando in conflitto tra di loro, si scopriranno solidali nel compito di far funzionare lo spettacolo o condividere con il pubblico una tazza di mate. 

“Contro il logorio della vita moderna” – spiegano – “non ci resta che arrenderci al fatto che tutto ciò che facciamo può avere delle conseguenze devastanti, che i guai sono guai in tutte le lingue del mondo, che l’imprevisto è più prevedibile di noi, che morire dal ridere è un degno finale ma che la fine comincerà sempre con L’altro giorno”. 

Ingressi contingentati con prenotazioni 

Biglietti € 10 (ridotto € 8) 

INFO E PRENOTAZIONI: tel . 055310230 mob. 3294187925 

info@teatridimbarco.it 

www.teatridimbarco.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.