Categorie
Economia

Istat. Aumenta la produzione dell’industria. A giugno +0.9%

euroCresce il dato della produzione industriale nel mese di giugno facendo segnare un +0.9% congiunturale e un +0.4% tendenziale. A renderlo noto è l’Istat, l’Istituto Italiano di Statistica. Su base mensile si tratta dell’aumento più consistente da gennaio. Secondo quanto si legge nel comunicato Istat Corretto per gli effetti di calendario, a giugno 2014, l’indice è aumentato in termini tendenziali dello 0,4% (i giorni lavorativi sono stati 20 come a giugno 2013). Nella media del primo semestre dell’anno la produzione è aumentata dello 0,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
A giugno l’indice destagionalizzato presenta variazioni congiunturali positive nei raggruppamenti dei beni strumentali (+2,6%), dei beni di consumo (+2,5%) e dell’energia (+0,3%); segna invece una variazione negativa il comparto dei beni intermedi (-0,2%).
Gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano, a giugno 2014, un solo aumento tendenziale nel raggruppamento dei beni di consumo (+3,5%); diminuiscono invece l’energia (-1,4%), i beni intermedi (-1,3%) e i beni strumentali (-0,1%).
Per quanto riguarda i settori di attività economica, a giugno 2014, i comparti che registrano la maggiore crescita tendenziale sono quelli delle industrie alimentari, bevande e tabacco (+4,0%), della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica ed ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (+3,9%) e della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+2,2%). Le diminuzioni maggiori si registrano nei settori dell’attività estrattiva (-11,7%), della fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (-10,8%) e della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-7,9%)” conclude l’Istat.

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.