Home Salute Influenza. Picco nelle prossime ore, come evitare di ammalarsi

Influenza. Picco nelle prossime ore, come evitare di ammalarsi

8135
0
SHARE
Rinite gravidica
Influenza

L’OLIVELLO SPINOSO E’ IL RIMEDIO NATURALE IDEALE

Milano, febbraio 2017 – L’influenza stagionale, pur avendo già costretto a letto oltre tre milioni di Italiani, secondo l’Istituto Superiore della Sanità sta raggiungendo il suo picco proprio in questi giorni: i connazionali colpiti dai malanni di stagione continueranno ad aumentare dalla prima settimana di febbraio.
http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2017/01/16/influenza-3-milioni-di-italiani-a-lettoboom-visite-mediche_cb2273bd-65f0-480f-ad60-c512a4bfe3dc.html
Si prevede una curva epidemica, con un picco di malati affetti da influenza intorno all’inizio del mese, con un valore di incidenza minima pari a 6,6 casi ogni 1000 assistiti. Nonostante si stia ormai attraversando una fase molto acuta, per evitare il peggio, un valido aiuto può arrivare da alcuni tradizionali strumenti di prevenzione, da affiancare all’assunzione di integratori e, nei casi che lo necessitano, di farmaci.

Secondo uno studio realizzato dall’Osservatorio PoolPharma Research, un alleato naturale si trova in “Hippophaë Rhamnoides”, meglio conosciuto come “Olivello Spinoso”, che in natura ha la forma di un arbusto caratterizzato da bacche di colore arancio, ma soprattutto è uno dei rimedi naturali più efficaci per prevenire l’influenza e le malattie dell’apparato respiratorio che, con il freddo polare di questi giorni, si stanno diffondendo tra gli italiani. Infatti, la ricerca scientifica italiana ha scoperto che l’estratto secco dei germogli fogliari di Olivello Spinoso contrasta significativamente il processo di replicazione e diffusione di numerosi virus influenzali e parainfluenzali nell’organismo infettato, dimostrandosi adatto come adiuvante per chi voglia evitare di rimanere bloccato a letto con l’influenza.

Sono queste alcune delle raccomandazioni che giungono dall’Osservatorio PoolPharma Research per fermare sul nascere i malanni di stagione: raffreddore, laringite, tracheite e influenza accompagnata talvolta da febbre, e che ogni anno colpiscono milioni di persone. <>.

L’alimentazione occupa sempre un ruolo centrale nella prevenzione dei malanni di stagione. Ecco alcune abitudini da evitare in inverno:

1. bere e ingerire acqua o cibo troppo freddi, che potrebbero causare disturbi all’apparato digerente.
2. le bibite gassate e il pane comune lievitato, determinano una “dilatazione” dei reni che ostacola la produzione di calore.
3. latte e derivati (yoghurt in particolare), perché favoriscono il raffreddamento del corpo.
4. zuccheri semplici, alcolici e grassi in generale.
5. frutta e verdura “non di stagione”, cresciuta quindi al chiuso in serre e “fuori tempo”.

Le cause più frequenti che scatenano i “mali di stagione” e attaccano le difese immunitarie dell’organismo sono: le forme acute di raffreddamento, le infezioni virali e i processi infiammatori acuti e recidivanti a carico delle vie respiratorie superiori. La vaccinazione antinfluenzale rappresenta il mezzo più efficace e sicuro per prevenire la malattia e le sue complicanze. I vaccini antinfluenzali, la cui composizione varia di anno in anno a seconda delle caratteristiche del ceppo virale in circolazione, hanno un’efficacia – in soggetti sani adulti – variabile dal 70 al 90%, e riducono la mortalità legata all’influenza del 70-80% in quanto, anche se non sempre riescono a prevenire l’infezione, agiscono riducendo in modo sostanziale le sue complicazioni. Però, per una maggior sicurezza e tutela personale, l’Osservatorio PoolPharma Research consiglia di rivolgersi sempre prima al proprio medico o al farmacista di fiducia, in modo da valutare un’adeguata vaccinazione anti-influenzale per prevenire la malattia e quindi l’insorgenza del virus dell’influenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here