Categorie
Spettacolo

Giffoni: Di Biagio-Vecchi “Per il nostro Dylan Dog di oggi i complimenti di Tiziano Sclavi”

Giffoni Experience
Giffoni Experience

Gli youtubers da milioni di visualizzazioni oggi al Giffoni Experience per presentare “Vittima degli eventi”

Prendere un mostro sacro del fumetto di tutti i tempi, Dylan Dog, e farne un mediometraggio attraverso il crowdfunding. E’ questo il progetto ambizioso ma riuscito che Claudio Di Biagio e Luca Vecchi hanno presentato alla Masterclass del Giffoni Experience. “Vittima degli eventi”, è il titolo del film che avrà una distribuzione originale: andrà solo online a partire dall’ottobre 2014, sulla piattaforma Youtube, distribuito dalla the JackaL. La promozione tuttavia è di quelle da grande schermo. “Tiziano Sclavi – ha raccontato ai ragazzi della Masterclass del Gff Claudio Di Biagio – ci ha scritto per complimentarsi del progetto. All’inizio credevamo fosse uno scherzo. Poi la Bonelli ce l’ha confermato. E allora quella mail la conserviamo, l’abbiamo incorniciata”. “Un film del genere – ha confessato – non poteva farlo nessun altro, perché nessuno poteva essere così incosciente a cimentarsi su di un progetto i cui diritti sono in parte degli americani e in parte della storica casa editrice italiana di fumetti. Ci siamo riusciti dimostrando che era tutto no profit e realizzato con la nuova formula del crowsdfunding”. Ma com’è questo Dylan Dog in versione Youtube? “Abbiamo puntato – ha spiegato Vecchi –sul realismo: per funzionare al cinema ogni cosa deve essere plausibile. Così abbiamo portato il personaggio di Dylan nella nostra realtà”. La crisi? “Non deve diventare un alibi – ha dichiarato Di Biagio – E’ vero che in Italia non è semplice lavorare, ma se ti impegni un po’ di spazio riesci ad ottenerlo. Se non lo fa la nostra generazione, chi deve farlo?”. E allora il sogno diventa realtà, come quello di fare un mediometraggio dedicato a Dylan Dog, materia complicata da manipolare anche dal punto di vista burocratico, l’arma? “L’incoscienza”, rispondono all’unisono. Di Biagio e Vecchi hanno vinto la scommessa grazie ad una capacità di persuadere, mettendo insieme persone che hanno creduto nel progetto: “Milena Vucotic – ha spiegato Di Biagio – ci ha chiesto di allungare la sua parte, nonostante la sua partecipazione sia stata a costo zero. Non aveva mai letto Dylan Dog prima ma ha riconosciuto autorevolezza in noi e nel progetto”.

Marianna Petruzzi

Redazione

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.