Come proteggere i propri dati online: 6 consigli utili

Purtroppo, gli attacchi informatici non sono qualcosa di sconosciuto. Anzi, ogni giorno veniamo a conoscenza di truffe condotte in rete che hanno mietuto vittime senza distinzione di età. Ciò significa chiaramente che, mentre alcuni anni fa, cadevano nelle maglie delle truffe solo i fruitori meno esperti di Internet, oggi i truffatori hanno tanto affinato le loro tecniche da non essere più distinguibili. È per questo motivo che è davvero necessario proteggere i propri dati in rete. Diffondere, infatti, informazioni sensibili può essere molto pericoloso. E se non proteggiamo tutti i nostri account corriamo veri rischi: cadere nelle truffe e vederci sottratto del denaro, infettare il nostro dispositivo con virus e malware, o subire tentativi di phishing. Ma come è possibile proteggere i propri dati online? Vediamo 6 consigli utili. 

Proteggere i propri dati online con aggiornamenti e antivirus

Per godere della massima protezione per i nostri dati, è davvero importante seguire alcuni consigli. In particolare, occorre: 

  • Installare un antivirus. Si tratta di un consiglio molto semplice da seguire. Non dovrebbe esserci nemmeno bisogno di dirlo, tuttavia, ci sono ancora persone che non vogliono installarlo per risparmiare una ventina di euro. 
  • Aggiornare l’antivirus e il sistema operativo. Installato l’antivirus è utile attivare i suoi aggiornamenti cosicché il nostro PC coi nostri dati sia protetto sempre. Inoltre, è bene aggiornare sempre anche il sistema operativo e le applicazioni usate. Questo perché le nuove versioni dei software risolvono bug e falle nella sicurezza un tempo presenti.
  • Proteggersi dai rischi digitali. Oggi è fondamentale tutelarsi da tutti i possibili rischi digitali, come il furto d’identità che purtroppo è sempre più diffuso e decisamente pericoloso. Fortunatamente esistono dei servizi ad hoc che offrono una protezione contro il furto d’identità monitorando la situazione ed inviando una notifica qualora i propri dati dovessero risultare compromessi.
  • Eseguire scansioni periodiche dei nostri dispositivi elettronici. Fare questo può significare scovare possibili errori, dimenticanze o falle che mettono in pericolo la sicurezza dei nostri dati. 

Abbiamo esposto qui i consigli più comuni, ma sempre molto utili, che ci permettono di custodire e difendere i nostri dati. Ma, in realtà, ci sono altri accorgimenti che possiamo mettere in pratica per dormire sonni più tranquilli. Vediamo quali sono nel prossimo paragrafo. 

Custodire informazioni personali online: navigazione in rete

Quando si naviga in rete, è molto più facile incappare in truffe online. Per questo motivo i prossimi consigli riguardano nello specifico l’uso di Internet. Scopriamo quali sono: 

  • Utilizzare reti WiFi protette da password e non quelle di libero accesso. Una rete protetta da password è frequentata solo da pochi soggetti, mentre quelle di pubblico dominio sono impiegate da chiunque, compresi utenti truffaldini.

Navigare solo su siti sicuri. I siti contrassegnati come poco sicuri non sono minacce di lieve importanza, anzi. Possono nascondere fughe di dati e danneggiare in modo permanente il nostro dispositivo. Lo stesso vale per gli allegati da scaricare: possono nascondere virus pericolosi. Per ovviare a questi problemi occorre navigare ove il sito sia certificato e scansionare tutti gli eventuali allegati ricevuti.

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.