Home Economia Potere d’acquisto in calo nonostante l’aumento dei redditi

Potere d’acquisto in calo nonostante l’aumento dei redditi

Il reddito delle famiglie cresce ma l'inflazione erode il potere d'acquisto

istat
istat
Pubblicità
Condividi

Nel corso del 2023, le famiglie italiane hanno visto il loro reddito disponibile salire del 4,7%. Tuttavia, a fronte di un’inflazione persistente, il potere d’acquisto è diminuito dello 0,5%, come evidenziato dall’Istat. La spesa per i consumi finali ha registrato un incremento del 6,5%, ma ciò ha portato a una diminuzione della propensione al risparmio, che è scesa dal 7,8% del 2022 al 6,3%, raggiungendo il livello più basso dal 1995.

Inoltre, le imposte versate dalle famiglie sono aumentate di 24,6 miliardi di euro, con l’Irpef che ha visto una crescita del 10,2%. Nonostante le sfide economiche, nel 2023 sono stati erogati aiuti alle imprese da parte di Italia e Unione Europea per un totale di 55,2 miliardi di euro.

Pubblicità
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!