Home Esteri Fallimento dell’esecuzione in Idaho: impossibile inserire l’ago per l’iniezione letale

Fallimento dell’esecuzione in Idaho: impossibile inserire l’ago per l’iniezione letale

Dopo un'ora di tentativi falliti, le autorità sospendono l'esecuzione di Thomas Eugene Creech, condannato per omicidio, a causa dell'impossibilità di stabilire una linea endovenosa.

Stati Uniti d'America
Stati Uniti d'America
Pubblicità
Condividi

In un evento senza precedenti, le autorità carcerarie dell’Idaho hanno annunciato la sospensione dell’esecuzione di Thomas Eugene Creech, un uomo di 73 anni condannato a morte per aver commesso 5 omicidi. La decisione è stata presa dopo che il team medico ha tentato invano per quasi un’ora di inserire l’ago per l’iniezione letale al condannato, che era già legato al lettino nella stanza della morte.

Nonostante dieci tentativi effettuati su braccia e gambe del condannato, i medici non sono riusciti a stabilire una linea endovenosa adeguata per procedere con l’esecuzione. Il portavoce del dipartimento carcerario dell’Idaho ha dichiarato che l’ordine di esecuzione, emesso nel 1981, è ora scaduto, rendendo di fatto impossibile procedere con la pena capitale come previsto.

Pubblicità

Questo evento solleva ulteriori questioni sulle procedure di esecuzione e sulle problematiche etiche e logistiche legate all’uso della pena di morte, riaccendendo il dibattito sull’umanità e l’efficacia di tali metodi di punizione.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!