Come lavare e igienizzare al meglio tutti i tipi di cuscini

I cuscini dovrebbero essere igienizzati per bene con una certa costanza, perché non basta cambiare la federa per dormire su un guanciale effettivamente pulito. Il vero problema è che tanti non sanno come comportarsi quando si tratta di igienizzare il cuscino: in molti casi non lo si può mettere in lavatrice insieme al resto del bucato ed è necessario adottare delle attenzioni particolari per evitare di rovinare il guanciale.

Vediamo allora insieme come lavare al meglio i cuscini, a seconda della loro tipologia e del materiale con cui sono realizzati.

​Come lavare i cuscini in piuma

I cuscini in piuma sono particolarmente delicati e bisogna dunque prestare molta attenzione, perché altrimenti si rischia di rovinarli ed essere costretti a sostituirli in quanto ormai inutilizzabili. Inutile precisare che i guanciali in piuma non dovrebbero essere messi in lavatrice: per igienizzarli bisogna seguire un procedimento differente, più delicato. La cosa migliore da fare è immergere il guanciale direttamente in acqua fredda, aggiungendo un po’ di sale grosso e succo di limone. Quest’ultimo contribuisce ad eliminare i batteri ed igienizzare dunque il cuscino, rendendolo perfettamente pulito. Dopo un paio d’ore che è in ammollo, il guanciale deve dunque essere asciugato con molta cura e la cosa migliore da fare è lasciarlo al sole.

Come abbiamo accennato, i guanciali in piuma non andrebbero messi in lavatrice ma se proprio non si può fare altrimenti conviene impostare un programma delicato, che non superi una temperatura di 30°C e che non preveda la centrifuga.

​Come igienizzare i cuscini in lattice o schiuma

I cuscini in lattice non si possono proprio mettere in lavatrice, perché il rischio di rovinarli è ancora più alto e non vale proprio la pena rischiare. D’altronde, basta leggere l’etichetta e si può avere la conferma del fatto che la lavatrice è nemica di questi guanciali. Come igienizzarli allora al meglio? Anche in questo caso, la soluzione migliore è immergerli in acqua fredda aggiungendo però altri ingredienti perché il sale ed il limone potrebbero corrodere il lattice. Meglio dunque optare per aceto di vino, che vanta comunque delle ottime proprietà igienizzanti.

Una volta che è pulito, il guanciale deve essere messo anche in questo caso all’aria aperta in modo che si asciughi perfettamente.

​Come lavare i guanciali sintetici

I cuscini realizzati in materiale sintetico sono i meno consigliati perché più scadenti rispetto agli altri, ma presentano sicuramente un vantaggio: sono molto più semplici da pulire. Si possono infatti lavare tranquillamente in lavatrice, senza il rischio di rovinarli. La regola di base, comunque, è quella di non superare una temperatura di 40°C ed evitare le centrifughe troppo forti, perché in questo caso il guanciale potrebbe deformarsi.

​Attenzione all’asciugatura: è fondamentale!

È importante precisare che quando di lavano i cuscini, questi devono essere perfettamente asciutti prima di utilizzarli e mettere la federa. Se così non fosse infatti ci sarebbe il rischio che rimanga dell’umidità residua al loro interno, che potrebbe portare alla formazione di muffa e questo è assolutamente da evitare perché sarebbe dannosissimo per la salute.

Di Redazione

Se anche tu vuoi avere voce su Italia News invia i tuoi comunicati a notizie@italia-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Don`t copy text!