Categorie
Esteri

Eroe del volontariato Italiano ucciso in Turchia. Fermati gli assassini

Turchia
Turchia

La Farnesina conferma l’omicidio di un italiano in Turchia. Inizialmente indicato dalle fonti di informazione come un turista si tratterebbe di uno dei tanti eroi italiani che silenziosamente impegnano la propria vita per fare del bene. L’uomo infatti era impegnato in una missione umanitaria. Stava partecipando ad una spedizione organizzata dall’associazione “Arance di Natale Onlus”, che aveva portato aiuti a bambini orfani. La missione si era conclusa e l’uomo, con un gruppo di altri camperisti, era sulla via del ritorno quando è stato ucciso a coltellate all’interno del suo camper che era parcheggiato all’esterno di un ristorante a Trebisonda, sulla costa del Mar Nero.
L’uomo sarebbe Giorgio Bozzo, un genovese di 70 anni. Secondo i primi rilievi ad accoltellarlo sarebbero state due persone penetrate nel camper, già individuate e fermate dalla polizia turca. Una di loro sarebbe un tossicodipendente. La moglie del turista è stata ferita in modo non grave. La coppia viaggiava con altri turisti italiani a bordo di sei camper. Si attendono ulteriori aggiornamenti. “Siamo sconvolti”, ha detto un dirigente dell’associazione. “L’uomo era con noi da tempo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.